Telepass, cosa fare se non si alza la sbarra? Ecco la guida

Il Telepass è un utilissimo oggetto di recente invenzione che ci permette di effettuare il pagamento del casello autostradale senza doverci necessariamente fermare. Esso non può davvero mancare soprattutto se si lavora lontano da casa e quindi si ha la necessità di dover utilizzare quotidianamente le autostrade italiane. I possessori del Telepass avranno quindi la corsia dedicata, indicata sia delle strisce sul manto stradale che da un grande cartello giallo proprio sopra il casello da imboccare. Al passaggio del veicolo munito della scatoletta in plastica prepagata “Telepass”, la sbarra si alzerà automaticamente favorendone il passaggio in tutta tranquillità e senza il bisogno di dover cercare contanti e monetine varie per pagare.

Possibili problematiche

Ma cosa fare nel caso in cui la sbarra non dovesse alzarsi? In quel caso la prima cosa da fare è sicuramente non lasciarsi prendere dal panico: innanzitutto fermate il vostro veicolo, poi potrete premere il pulsante rosso di aiuto nell’apposito pannello posto al casello. In questo modo un operatore addetto all’assistenza vi aprirà la sbarra e registrerà manualmente il vostro passaggio. Se questo tipo di problematica dovesse ricapitarvi, invece, potrete sempre utilizzare l’apposita applicazione Telepass e andare nella sezione dedicata. Le cose da non fare assolutamente sono: scendere dal mezzo più che altro per la vostra sicurezza, e soprattutto fare retromarcia per non causare incidenti. Non preoccupatevi delle altre auto che incalzeranno dietro, un po’ di attesa non ha mai ucciso nessuno.

Altre problematiche che potreste riscontrare, poi, (ma sottolineiamo che si parla sempre di casi sporadici) è la presenza di un suono caratterizzato da tre toni gravi che emette il dispositivo. Niente paura, però, si tratta solo di un avviso che riguarda l’esaurimento della batteria; il device avviserà sempre per tempo e, in ogni caso, è un fenomeno che si presenta a distanza di molto tempo poichè questa ha una durata garantita di 4/5 anni.