Quanto vale questo vecchio libretto postale? “Da non credere”

Il libretto postale è uno di quei prodotti di risparmio che ebbe successo sin dalla sua nascita nel 1875 quando il Ministro delle Finanze Quintino Sella decise di istituire le Casse di Risparmio Postale. Il funzionamento, è abbastanza semplice, ci si reca alle Poste, si stabilisce un deposito iniziale che può essere sia una grande somma che un piccolo risparmio, e si lascia che lieviti a seconda di qual è il tasso di interesse vigente.

Da sottolineare, però, è il fatto che ai tempi della Lira, questo interesse era molto più elevato rispetto ad oggi; il che portava numerosi italiani a giovare di questo sistema. In alcuni casi, le cifre che si riuscivano ad ottenere equivalevano a vere e proprie fortune. La particolarità di questi libretti, poi, è che la maggior parte delle volte si provvedeva solamente a lasciarli con un solo deposito iniziale, mentre oggi si è soliti anche accreditare lo stipendio ed utilizzarlo come un vero e proprio conto corrente.

I vecchi libretti postali

Un fatto assai sorprendente, invece, è quello che accadde diversi anni fa, quando ben due persone diverse fecero il ritrovamento di un libretto simile intestato a qualche loro parente che lo aveva aperto moltissimi anni prima. La cifra, che nel corso degli anni aveva lievitato silente, raggiunse la stragrande somma di 300 mila Euro e rappresentò una vera vincita di fortuna per i parenti che fecero il ritrovamento.

Sta di fatto però, che non siamo a conoscenza del fatto che abbiano riscosso il denaro o meno; perchè, trattandosi, appunto, di fondi risparmio già dimenticati da molti anni, facevano parte di quelli che le Poste etichettavano come “dormienti“; che non registravano, quindi, alcun movimento da tanti anni. Anche oggi, per esempio, esiste questo criterio in modo tale da evitare di ricorrere nuovamente a cause legali per stabilire il possesso effettivo del denaro. Se anche voi siete i proprietari di un fondo di risparmio simile, dunque, aggiornatevi continuamente riguardo cambiamenti e novità.