Ecco come arricchirsi con un terreno abbandonato: GUIDA

Quello dell’investimento sul campo dell’agricoltura e dell’allevamento, oggi giorno, sebbene questo continui ad essere visto come un mestiere antico o poco proficuo, è di certo uno dei migliori. Attraverso le tecnologie che abbiamo oggi, infatti, ben diverse da quelle di molti anni fa, questo lavoro può essere, non solo meno stancante, ma anche più lucroso e facile da gestire. L’unica pecca è che i giovani della nuova generazione non ambiscono per nulla a mestieri ed investimenti come questo; c’è da dire, infatti, che con l’aumento della scolarizzazione i mestieri definiti “di una volta” non sono ben visti e piuttosto snobbati. Oggi si predilige maggiormente un mestiere inerente alla tecnologia, il mondo del web ed il progresso che questo sta attuando.

Su cosa investire oggi

Se tu, al contrario di molti, invece hai interesse ad investire sul settore primario, ci sono delle cose ben specifiche da cui partire. La prima è di certo l’analisi del terreno. A seconda di a quale tipologia questo appartiene, infatti, sarà più semplice restringere il campo per quanto riguarda la coltivazione di piante, ortaggi o fiori come lo zafferano. A seguito dell’analisi, dovrai capire quali possibilità hai di attingere a grandi quantitativi d’acqua e, di conseguenza, stringere nuovamente il campo in funzione della risposta.

Per ultimo ma non per importanza, dovrai pensare al tempo che vuoi investire nel progetto. C’è da capire, infatti, che non tutti gli investimenti sull’agricoltura richiedono le stesse cure; alcuni necessitano più tempo, altri meno. L’allevamento di lumache, ad esempio, è uno tra quelli più proficui che richiede un’impiego settimanale di sole 18 ore; il che, potrebbe renderlo abbastanza valido come un investimento da fare part-time fino a quando non si avrà una rendita mensile certa.

Per quanto riguarda altre idee su cosa investire oggi, a prescindere dal terreno ci sono le coltivazioni di aloe, ad esempio adoperata ampiamente nel reparto della bellezza e salute del corpo; oppure l’apicoltura e la produzione dell’olio a seguito di una coltivazione di ulivi. Insomma, c’è da dire che, specialmente in questi anni, l’attenzione alla natura e l’ambiente sta crescendo sempre di più; i prodotti BIO, ad esempio, sono sempre più prediletti e che ciò che è certo, è che avere un terreno abbandonato a se stesso non frutterà mai nulla.