Ancora lamentele da parte dei clienti a seguito della fusione tra Wind e H3G. In questi ultimi giorni, moltissime zone sono state interessate dallo spegnimento della rete ultra veloce 4G+. Parte delle frequenze di 3Italia sono infatti state liberate per fare spazio a Iliad Italia, il quarto gestore italiano prossimo all’ esordio.

3Italia spegnimento 4G+
3Italia. Spegnimento in corso di postazioni 4G+. Colpa delle frequenze da cedere a Iliad. Ora i clienti 3 vanno meno veloci.

Banda 2600 prima utilizzata dalla rete 3 Italia e ora liberata per far spazio al nuovo entrante. Tutto secondo quanto già concordato, tra Wind Tre spa e Iliad spa. Accordo suggellato dalle autorità europee e che ha consentito l’ autorizzazione alla fusione tra cinesi e russi.

In molte zone d’ Italia disattivato il 4G+ di 3. Problemi per i clienti che richiedono il rimborso dell’ opzione a pagamento LTE

Fusione che procede spedita e lancio di un nuovo agguerrito competitor. Ma a rimetterci, in questo periodo, sono i clienti dell’ operatore 3 abituati ad una rete che non copriva l’ intero territorio ma che dove era presente, risultava estremamente veloce e potente.

Risultati ottenuti anche grazie alla banda 2600, quella in eccesso che verrà in buona parte ceduta alla nuova Free Mobile italiana. Lo spegnimento di alcune postazioni H3G è comunque supportata dal nuovo roaming nazionale con la rete sorella Wind. Ma a molti la pezza non basta.

Wind si trova in una difficile situazione. E’ allo stato attuale, la rete con il maggior carico di clienti. A tutti i clienti Wind vanno oggi aggiunti quelli di 3 Italia che sempre più hanno necessità di roaming. E poi c’ è PosteMobile che si serve della rete arancione come primo operatore virtuale del Bel Paese.

E’ una situazione tutto sommato temporanea. I tecnici sono a lavoro per costruire la rete unita nazionale Wind Tre. Più performante, avanzata, già adatta al 4.5 e facilmente integrabile con il futuro 5G. Ma il problema è proprio nella transizione che secondo molti osservatori potrebbe durare fino a due anni.

Insomma, la rete velocissima tornerà e sarà quella unica. Ma nel contempo i clienti 3 Italia dovrebbero essere disposti, in molte zone, ad un effettivo downgrade del servizio. Particolarmente pesante al momento, visto che i clienti ex H3G si trovano sempre più frequentemente ad utilizzare la rete Wind senza però avere ancora accesso al 4G arancione. Ovviamente, il malcontento è tanto soprattutto tra quei clienti che pagano, come extra, l’ opzione 4G, oggi oggettivamente meno sfruttabile.

Iliad Italia. Dalle frequenze acquisite da 3 la nuova rete mobile veloce che servirà il Paese

E’ questo il prezzo da pagare per i grandi cambiamenti del 2017 nel settore telefonia mobile. Iliad intanto incassa le frequenze ex 3 e prosegue i propri test per il lancio della sua nuovissima rete mobile che entro fine anno servirà i clienti del quarto gestore nuovo di zecca. E noi di 4fan.it, seguiremo passo passo l’ evolversi di questo grande debutto.

  • Roberto Morigi

    Togliete il 4g ridicolo far pagare 1 euro

    • Esatto. Sarebbe un’ azione di buonsenso e rispetto in questo periodo di “transizione”.

      • Lykanos82

        concordo pienamente.. anche perché nessun operatore fa pagare al cliente il 4G… a maggior ragione visto il roaming 4G di 3 sulla rete Wind non trovo giusto farlo pagare.. ma forse lo fanno per un discorso di saturazione rete… con la scusa di doverlo pagare a parte, la gente seppur per 1€ non lo attiva e la rete wind non si satura di connessioni 4G dai clienti 3.. chissà

  • veloximpetus

    eppure la tre era migliore di wind: telefonate di qualità mai viste con i restanti gestori

    • Lykanos82

      concordo pienamente ma per un discorso di rete più estesa e capillare e di t cinologia 2G che 3 non ha mai avuto, hanno preferito potenziare la rete Wind usandola come base per la rete unica WINDTRE, mentre di smantellare parzialmente la rete 3 lasciando le 5.000 antenne previste a Iliad… come qualità voce cmq anche Wind non è male