Nuovo sottobrand in casa 3. L’ operatore lancerà un servizio no frills e low cost e un particolare sistema per la tariffazione. Stiamo però parlando della sorellina inglese della nostra 3, ovvero 3UK, che ha da poco annunciato l’ avvio del gestore Smarty.

3 Uk Smarty
3 lancia Smarty, il nuovo MVNO low cost inglese che restituisce il costo dei giga non utilizzati.

Quindi, esattamente come da noi c’ è Kena Mobile con dietro in tutto e per tutto TIM, gli amici inglesi avranno a disposizione una 3 più semplice ed economica.

Smarty di Hutchinson 3G Uk avrà un proprio sito interamente dedicato, dove presenterà a breve la propria offerta, definita dai vertici della telco, estremamente intelligente e trasparente.

Originale infatti il sistema di tariffazione del nuovo gestore di 3. Come confermato dall’ azienda al magazine Mobile World Live, Smarty applicherà degli sconti per i dati del bundle non utilizzati nel mese. Quindi si pagheranno davvero i giga consumati.

Quattro i piani disponibili, molto semplici, che differiranno tra loro semplicemente per la quota di dati inclusa. Smarty calcolerà quindi i dati eventualmente non fruiti nel mese e riaccrediterà al cliente il valore all’ interno del mese successivo.

Anche in UK, come in Italia, cresce quindi il mercato degli operatori virtuali. Alcuni indipendenti, come Sky Mobile e GiffGaff, altri, come Smarty, posseduti direttamente dalle compagnie telefoniche e utilizzati come versione low cost della propria offerta di telefonia mobile.

Ricordiamo inoltre che anche in Italia il settore vive un momento particolarmente vivace, proprio grazie al prossimo sbarco nel mercato di Iliad Telecom. L’ arrivo del nuovo quarto operatore ha stimolato la nascita sicuramente di Kena Mobile e anche della prossima VEI di Vodafone. A proposito, leggete il nostro post: Kena e Vei anti Iliad. Riusciranno a fermare il nuovo quarto gestore?

Ricordiamo in chiusura che anche nel Regno Unito 3 ha tentato un importante fusione con O2. Operazione però fermata dall’ Antitrust Europeo, dopo oltre un anno di riflessioni. Come tutti sappiamo, in Italia gli è andata molto meglio con un matrimonio con Wind, autorizzato con il vincolo di lasciare però lo spazio sufficiente ad Iliad per operare in piena concorrenza.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here