Alleanza tutta francese contro Netflix? Sarà per l’ atavico spirito protezionista, però gli imprenditori francesi sembrano essere gli unici preoccupati dall’ ondata di over the top made in USA. Nella rivoluzione digitale del momento, con i contenuti che passano dalla televisione ad internet, l’ Europa è la grande assente.

Iliad francesi anti Netflix
Iliad nell’ alleanza tutta francese anti Netflix. E che forse contagerà anche l’ Italia.

Iliad in CanalPlay, con un solido 20%, potrebbe essere il primo passo per la creazione di un grande polo francese anti Netflix. E l’ Italia in questa strategia potrebbe essere il mercato nel quale sperimentare nuove soluzioni, con Vivendi in TIM e quindi in TimVision.

Poche ore fa abbiamo dato la notizia di Iliad che è entrata in maniera forte nel mercato dei contenuti grazie all’ acquisizione di una buona fetta di CanalPlay, piattaforma streaming legata alla storica Canal+.

Si tratta come abbiamo detto, di un ritorno nel settore. Perché Niel sperimentò qualcosa già 6 o 7 anni fa. Ma il mercato ancora non era pronto. Anzi, il mercato non c’ era proprio. Oggi con Netflix che si diffonde in ogni angolo del pianeta e le pay tv che perdono abbonati in favore di questi servizi, Niel, da buon appassionato di cinema, ha tentato diverse strade per rientrare in maniera interessante nel business.

Proprio lui poi, che con Netflix non va troppo d’accordo. In Francia, Free è l’ unico operatore a non avere una partnership ufficiale e così quelli di Netflix ogni mese pubblicano una classifica che sottolinea le manchevolezze della rete di Niel. Un report poco gradito (e forse nemmeno troppo corretto) che ha convinto Niel ha ricorrere ai tribunali. Leggi la notizia se l’ hai persa.

Quelli di Netflix lo hanno dovuto definire un duro. Perché è uno che tratta solo quando c’ è qualcosa da portare a casa. E con Bollorè, altro squalo francese, c’ è da portare molto. Perché se è vero che il grosso dei media resta in mano a Bollorè, con tutto l’ impero Vivendi e le scalate italiane a Telecom e Mediaset, è anche vero che per il momento fare da stampella conviene.

Iliad entra nell’ affare con un gigante capace di acquisire contenuti interessanti e addirittura di produrne di nuovi. Proprio come fa Netflix con i suoi preziosi originals. Nei prossimi mesi dovrebbe uscire una nuova serie originale firmata CanalPlay. E inoltre la piattaforma gode delle tante produzioni della sorella maggiore CanalPlus.

Insomma, un avversario da temere per gli americani e un buon prodotto da spingere magari anche in Italia, utilizzando la penetrazione già in atto del servizio TimVision e ovviamente, le reti. Quella di TIM, la prima storica rete mobile italiana e il nuovo network, tutto 3G e 4G che Iliad sta mettendo in piedi in questi mesi, per il lancio del suo nuovo quarto operatore mobile. E tutto diventa sempre più convergente.

Lascia un commento

avatar