Home » Altri Gestori Mobili » L’autogol di WindTre che dà ragione alla trasparenza di Iliad

L’autogol di WindTre che dà ragione alla trasparenza di Iliad

Questo post è stato aggiornato con nuove informazioni il 30/09/2021

Inchiesta della Procura su WindTre

Nuovo assist per Iliad arriva proprio dal principale concorrente WindTre che in questi giorni è balzato sulle prime pagine della cronaca per un’indagine che potrebbe rivelarsi un vero e proprio terremoto per la compagnia. Non solo per la sanzione ma soprattutto per il tipo di accusa: frode contro i propri clienti.

Se post come questo ti interessano, non perdere altro tempo ed iscriviti a 4Fan.it anche su Telegram insieme agli altri 12mila utenti che già ci hanno scelto.

Terremoto WindTre mentre Iliad continua a crescere

Mentre il quarto operatore mobile continua a crescere forte dell’esordio del 5G e della nuova – non molto – tariffa da 70 giga della quale abbiamo scritto qui, WindTre è sotto l’occhio attento dalla Procura di Milano per un fatto che sarebbe, se confermato, a dir poco disonorevole: truffa a danno dei propri utenti. Per questo la Procura, oltre l’apertura delle indagini, ha anche disposto il sequestro preventivo di più di 21 milioni di euro.

Cifra enorme che rappresenterebbe però quanto sottratto in maniera illecita dalla compagnia telefonica. Al centro della frode, secondo la procura, ci sarebbero i VAS, i cosiddetti servizi a valore aggiunto.

Un nome di per sé ridicolo perché – come ormai abbiamo imparato bene – questi servizi quasi mai hanno rappresentato un valore reale per i clienti. Sono da sempre inutili e fastidiosi oroscopi, suonerie, notiziette varie, attivate nel 99% dei casi in maniera inconsapevole e fatte pagare l’occhio della testa. Un comportamento odioso che già valse diverse proteste degli utenti nei confronti del vecchio marchio 3. Ma che in un modo o nell’altro hanno coinvolto anche Vodafone e Tim.

Quanti di voi si sono trovati imprigionati in un VAS attivato non si sa bene come, vedendosi in breve tempo il credito prosciugato?

Per fortuna questa nuova stagione della telefonia mobile è partita decisamente meglio, rifiutando già dal principio i VAS. Un comportamento più virtuoso innegabilmente avviato da Iliad. Il quarto operatore mobile che fin dal suo giorno zero ha disattivato di default i VAS e tutti i servizi a sovrapprezzo attuando una politica di totale trasparenza. Stessa modalità, in copia e incolla, attuata per fortuna anche dagli altri, a partire da Ho Mobile. Ma anche, piano piano e con qualche eccezione, anche dagli operatori storici.

Anche WindTre a dir la verità, ad inizio anno aveva deciso per un cambio di direzione deciso, ufficializzando la scelta di disattivare i VAS di default nelle nuove sim WindTre. E ovviamente continuando a rendere disponibili modalità di barring di questi servizi. Forse, finalmente, i clienti WindTre potranno non vedersi addebitati costi a sorpresa e del tutto sconosciuti ma ora è bene che la Procura continua a fare chiarezza sul passato recente. Affinché se qualcosa è stato rubato agli utenti, venga perlomeno restituito alla collettività in forma di sanzione. Ovviamente è doveroso attendere la fine delle indagini ma se si confermasse la frode VAS sarebbe una sentenza storica che confermerebbe che i consumatori italiani in questi anni hanno sopportato fin troppo.

WindTre ha comunque commentato questa inchiesta sottolineando che l’azienda WindTre:

Wind Tre si è da subito adoperata per trovare le migliori e più rapide soluzioni per la prevenzione delle attivazioni non richieste, con il blocco tecnico automatico

E voi cosa ne pensate? Davvero WindTre, e ancora, la vecchia Wind e la vecchia 3 hanno sempre fatto tutto quello che dovevano per impedire questi addebiti? Qual è la vostra esperienza da clienti o ex clienti?

fonte DDay, MondoMobileWeb

24 commenti su “L’autogol di WindTre che dà ragione alla trasparenza di Iliad”

  1. Io nel 2019 attivai con la H3G una tariffa per non vedenti davvero imbattibile, meravigliosa, con pagamento su contocorrente, cosa per me fondamentale perchè non posso effettuare da solo le ricariche mensili; tutto bene fino a maggio dell’anno scorso in cui ricevetti una telefonata da parte di un’operatrice di Windtre che, mentendomi spudoratamente, mi informò che a partire dal mese di luglio quella tariffa, cioè la Olin 60 non mi sarebbe stata più garantita e che pertanto avrei dovuto attivare una promozione che lei mi avrebbe indicato, promozione che ovviamente mi sarebbe costata molto di più dei 4,99 Euro mensili passando quindi o ai 10,99 oppure ai 16,99 Euro mensili per avere tutto illimitato; alla mia replica in cui le spiegai che la tariffa che io avevo mi era stata attivata a fronte della mia disabilità lei ribatté che una volta attivata una tra le due promozioni propostemi, chiamando il 159 avrei potuto richiedere lo sconto del 50×100 del canone, quindi io scelsi quella con tutto illimitato al costo di 16,99 Euro mensili pensando che poi comunque avrei pagato 8,49 Euro. Ovviamente quello sconto non mi venne riconosciuto anche rispedendo alla Windtre tutti i documenti attestanti la mia cecità, ma l’unica loro risposta fu che se avessi voluto avrei potuto usufruire della tariffa che Windtre offriva ai non vedenti che al costo di 7,49 Euro mensili mi avrebbe dato minuti illimitati, 2000 SMS e 20 giga di internet al posto dei 60 che pagavo a 4,99 Euro con l’opzione Gig benk, però solo con addebito su credito della SIM, dal momento che la Olin 60 non potevano più riattivarmela. Ovviamente io passai ad Iliad che davvero è tutto un altro pianeta. Ma insomma io mi chiedo perché Windtre non dà a chiunque lo chieda la possibilità di addebitare i canoni mensili per tutte le loro promozioni, soprattutto quelle riservate ai disabili, la possibilità di averne l’addebito su carta di credito o su contocorrente? Attualmente la Windtre ha una promozione per i non vedenti con Easy Pay, peccato che costi ben 14,99 Euro al mese, mentre le altre due con canone più basso no, ma porca miseria, è mai possibile che io non possa scegliere la tariffa più adatta alle mie esigenze comprensive anche del metodo di pagamento per me più indicato? E poi si permettono anche di parlare male di Iliad! é davvero il como dei colmi.

    Rispondi
  2. Ho mandato affanculo tutte le principali compagnie telefoniche.trattano i clienti come pezze da piedi e oggi pagano la loro politica commerciale di merda che li hanno portati a perdere clienti. Ora si trovano a rincorrere il loro concorrente principale ILIAD. Ho fatto la terza sim ILIAD, sono soddisfatto e se posso cerco di far perdere altri clienti a quelle merde di tim, Vodafone e wind3.

    Rispondi
  3. Sulla cialtronaggine dell’operatore 3 potrei scrivere un poema.Neanche gratis accetterei di tornare ad essere cliente. Veramente la bancarella del torrone.

    Rispondi
  4. Truffe legalizzate, mi hanno prosciugato il credito per servizi nn richiesti e quando ho potuto finalmente cambiare operatore all’arrivo di una società seria sul mercato italiano mi hanno di nuovo prosciugato il credito sulla SIM prima di autorizzare il cambio rinnovandomi il piano tariffario di cui avevo chiesto tre giorni prima la disdetta….non ci sono parole per definire tali soggetti e l’autorità garante purtroppo non garantisce nulla se non dopo che le truffe hanno raggiunto cifre stratosferiche….siamo in Italia!!

    Rispondi
  5. Cambiano i suonatori ma la musica è sempre la stessa,Wind con operatori disonesti e Tre con clausole truffa. Purtroppo a me hanno letteralmente estorte 55€ per un opzione gratis poi passato a pagamento. Pur di togliermi dai c……i la Tre ho pagato anche se potevo farne a meno nonostante le minacce che mi facevano.

    Rispondi
  6. Io mi sono trovato due abbonamenti in siti di pornografia senza saperlo.è pure mi hanno fatto chiamare da un avvocato perché ovviamente ho bloccato il pagamento automatico in c/c la 3 e Wind guarda il caso.

    Rispondi
  7. Come segnala Agos, confermo lo stesso trattamento da parte di wind tre. Ho ricaricato una SIM non in utilizzo dopo tempo, e mi hanno unilateralmente applicato un nuovo piano tariffario con costo mensile di €4.
    Cosa non solo illegale, perché non preceduta da comunicazione alcuna, quanto assurda: pagare un canone per un piano a consumo (e nemmeno economico).
    Quindi se non avete ricevuto alcun sms o email che comunichi il cambio di piano tariffario contattate l’assistenza 3 e chiedete il rimborso completo di quanto finora vi è stato sottratto.

    Rispondi
  8. Quanto ho sottoscritto per la prima volta una sim 3 osavano addebitare 0,01 euro appena toccavi l’icona del loro portale e nel tempo sono peggiorati…

    Rispondi
  9. Confermo che anch’io mi sono trovata con il credito svuotato più volte x questo motivo. Attivando inconsapevolmente qualcosa…nn sapendo che dovevo chiamare la wind x disattivare quel servizio

    Rispondi
  10. Confermo. Dal 24 settembre la Wind ha modificato unilateralmente il contratto prevedendo un canone mensile di 4 euro senza fornire nessun servizio utile. Dopo 4 mesi e 16 euro rubati sono passata alla iliad in 5 minuti.
    Che dire… appropriazione indebita e truffa nei confronti di una cliente storica…15 anni….

    Rispondi
  11. Confermo. Dal 24 settembre la Wind ha modificato unilateralmente il contratto prevedendo un canone mensile di 4 euro senza fornire nessun servizio utile. Dopo 4 mesi e 16 euro rubati sono passata alla iliad in 5 minuti.
    Che dire… appropriazione indebita e truffa nei confronti di una cliente storica…15 anni….

    Rispondi
  12. Appena passato da iliad a vodafone con 100 giga a €9,90. Cosa mi trovo nel contratto? Il servizio “rete sicura” a €1,49. Il primo mese gratis, dal secondo mese a pagamento. Il lupo perde il pelo ma non il vizio

    Rispondi
    • basta chiamare il call center al 190 e farsi dare la stringa per togliere la rete sicura. Il primo mese si sa che è gratis. Ho già provveduto ed è tutto a posto.

      Rispondi
  13. Dipende tutto da noi. Se continuiamo a correre dietro all’offerta migliore per risparmiare 1 euro (che poi risparmio non è perché dopo 2 mesi rimodulano) e non premiamo l’onestà di operatori come iliad, questi episodi ci saranno sempre. Su Wind e Tre da loro ex cliente stendo un velo pietoso. Non mi rivedranno mai più

    Rispondi
  14. Società poco trasparente ,e con gli abbonamenti con carta di credito,ti ritrovi addebitati costi assolutamente non dovuti

    Rispondi
  15. A me la 3 ha preso circa 400 euro per servizi di cui io non sapevo e non volevo assolutamente servirmi.
    Non ho avuto il coraggio e la disponibilità mentale per fare una causa.
    Ho ancora una buona dose di rabbia….

    Rispondi
  16. Sono un ex cliente Wind tre anche mia figlia madre e suocera e moglie ,adesso sono con iliad ed e tutto diverso. Wind ha sbagliato tutto e se ne accorgerà.

    Rispondi
  17. Sono scappato a gambe levate verso Iliad da oltre due anni dopo piccoli periodici prelievi mai spiegati dalla compagnia.
    Ora tutto ok….. Nessun operatore tranne iliad scrive nel contratto PER SEMPRE…….

    Rispondi
  18. La Wind da alcuni mesi si sta pagando un canone di 4€ su alcune mie sim Wind che non generano traffico ( allarme, una nonna di 90 anni, una scheda di riserva) che non posso cambiare perché lontano dall’utilizzo.

    Rispondi

Lascia un commento