Fine della Portabilità

Stop alle potabilità del numero telefonico. Potrebbero essere estesi alla telefonia i tanti limiti del decreto del Governo Cura Italia. In quota Lega l’emendamento che vorrebbe allargare gli stop specificatamente al servizio, garantito per Legge, denominato “Mobile Number Portability”. Detta in maniera semplice la possibilità, da parte dei clienti, di cambiare gestore telefonico mantenendo comunque il medesimo numero.

Volete ricevere sempre le notizie su Iliad? Iscrivetevi subito al nostro Canale Telegram Iliad e cliccate su “SEGUI” su UpGo.news su Google NEWS.

L’emendamento dovrebbe essere discusso l’8 aprile e troverebbe il favore di un altro esponente dei 5Stelle ma ci sarebbe qualche ok anche nelle fila del PD. Iniziativa bipartisan insomma ma comunque, secondo noi e secondo diversi osservatori, del tutto priva di senso. Secondo chi propone la nuova norma infatti, il servizio di portabilità costringe i cittadini a muoversi di casa recandosi in negozio. Ma all’atto pratico, tantissimi gestori già da tempo svolgono l’intera procedura totalmente via internet.

Banner Iliad

E tra questi c’è soprattutto Iliad. Il quarto gestore mobile italiano fin dalla nascita ha dematerializzato questa tipologia di processi consentendo la portabilità con video-riconoscimento online e con la sim spedita direttamente a casa del nuovo sottoscrittore. Zero contatti e nel pieno rispetto anche dei protocolli sanitari più stringenti.

E allora dov’è il problema?

Inutile negare che l’assurda proposta avrebbe i contorni di una bella manovra anti Iliad. Visto che bloccare le portabilità favorirebbe gli operatori più grossi, solidificando le quote di mercato attuali in maniera decisamente poco concorrenziale e poco permeabile al libero mercato.

Una scelta assurda in un momento, questo, nel quale l’acquisto di più connettività e quindi nuovi contratti è assolutamente indispensabile per consentire alle famiglie di restare connesse alla rete. Per questo, hanno dichiarato guerra all’emendamento praticamente tutte le associazioni dei consumatori. E anche in una nota di pochi minuti fa l’AGCOM ha espresso più di un dubbio sullo spirito del provvedimento.

Abbiamo provato a contattare iliad che per il momento non commenta la vicenda e resta quindi in attesa di ulteriori sviluppi.

Parla invece Fastweb che sottolinea come l’emendamento non tutelerebbe nel concreto nessun lavoratore visto che, è oggi assolutamente possibile seguire totalmente online l’intero percorso del cliente che intende cambiare gestore. Ed anche Fastweb sottolinea come oggi, l’attenzione degli operatori dovrebbe essere incentrata sulla collaborazione e sul miglioramento delle prestazioni della rete, anziché sulla conservazione di posizioni dominanti.

Da parte nostra, ovviamente, la speranza che questo assurdo provvedimento, non passi. A tutela di tutti i consumatori italiani.

Voi cosa ne pensate? Utilizzate lo spazio commenti qui in basso per commentare questa notizia su 4Fan.it.

Virgilio Milano inizia la sua carriera da "esperto di telefonia" con UpGo.news nel 2018, occupandosi spesso di raccontare le principali novità su Iliad. Sperimenta strategie di scrittura e tecniche SEO anche con un proprio blog personale e oggi cura la linea editoriale di 4Fan.it in qualità di responsabile del coordinamento contenuti del sito. Potete contattare Virgilio Milano sulla sua pagina personale Facebook www.facebook.com/virgiliomilanoblogger

28 COMMENTS

  1. Trovo decisamente assurda la proposta!
    Proprio lo scorso anno mio figlio ha fatto un’operazione del genere on line, senza recarsi presso il punto vendita, avviata dietro ad un monitor e finalizzata con l’arrivo della sim in 3gg (se ben ricordo). Il tutto, senza alcun contatto e, con assoluta “distanza sociale”.
    Non aggiungo altro; mi auguro che ci sia ripensamento o che, comunque, la proposta non venga accolta.

  2. Senza nessun senso, siamo in una bella dittatura alla faccia della democrazia. Ogni uno di noi dovrebbe vedere e valutare quale sia il più conveniente, anche perché non abbiamo il portafoglio a fisarmonica come i nostri politici sia di sx che di dx sono i più pagati d Europa.

  3. Non capisco il senso di questa proposta. Inoltre con Iliad mi trovo benissimo e non voglio che sparisca dal mercato italiano

  4. I nostri politici incapaci e incompetenti non sapendo come far ripartire l’Italia post coronavirus, approvano leggi inutili per far vedere che lavorano. Con loro abbiamo pochissime possibilità di rialzarci.

  5. Ma nemmeno sotto il fascismo lo facevano se esistevano i telefonini. Io sono dell’idea che chiunque voglia cambiare gestore lo possa fare senza vincoli e penali. Ma in Italia non esiste più la libertà di parola e la democrazia, adesso il primo ministro che si sveglia alla mattina deve dire una cazzata al giorno

  6. Perché non mandiamo a lavorare in ditta i ns. Ministri così forse capiranno cosa vuole dire lavorare e non parlare perché hanno fiato. Ci sono molte cose più importanti in questo momento che pensare alle linee telefoniche. Facciamo vivere i ns. Ministri con lo stipendio o la pensione di noi Italiani, noi dobbiamo fare i sacrifici ma loro lo stipendio lo prendono pieno. FATE SCHIFO TUTTI.

  7. Buongiorno a tutti, il giorno 30 Marzo 2020 ho acquistato online una nuova sim Iliad (procedura piuttosto semplice e sicura con riconoscimento in audio video) tramite la procedura sul sito ho chiesto la portabilità ma non ho ancora ricevuto la sim.
    Secondo voi riuscirò nei tempi a fare il passaggio, prima che tutto questo (sperando di no) avvenga?
    Grazie anticipatamente.

  8. L’emendamento deve svilupparsi per tutalere i clienti e le società telefoniche, affinché vengano limitati i casi di frode in caso di furto di numeri da un gestore ad un altro. Bloccare totalmente i flussi di Mnp è assolutamente inutile e dannoso per gestori e clienti! Nessun valore aggiunto quindi, tutt’altro! Ai tavoli per questo emendamento, dovrebbero essere invitati i responsabili dell’Accordo Quadro per fronteggiare seriamene e in modo costruttivo il vero problema che si cela dietro: la frode dell’identità del cliente a danno della vittima e del gestore, nonché di rimbalzo A danno di banche e istituzioni al pubblico.

  9. Diverse aziende in questi giorni stanno mandando in giro i loro tecnici a effettuare l’installazione delle apparecchiature per portabilità fisse e mobili e installazioni, a domicilio. Le strumentazioni fornite ai tecnici sono nulle, al massimo una mascherina unica, in carta, da riutilizzare, e un pacchetto di guanti. Gli operatori pretendono numeri, le aziende quindi obbligano a lavorare, poichè sono loro a decidere se far stare a casa o meno. I clienti per lo più sono anziani o famiglie che ora hanno tutti i bambini a casa, la gente accetta l’intervento ve lo posso assicurare. Credo non si sia capito bene il concetto di portatore sano, il tecnico è un enorme veicolo, va in ambienti chiusi caldi e promisqui, accettarli in casa è un sicuro contributo alla trasmissione e diffusione, perchè pochi di noi possono dire di avere ambienti totalmente sanificati e/o di essere certamente esenti dall’avere il virus in corpo. Per quanto riguarda i tecnici, ce ne sono già diversi in terapia intensiva. Risparmiare non mi sembra la priorità, e se proprio lo fosse per qualcuno, il decreto non vieta le nuove utenze.

  10. Io sono Iliad e resto Iliad…
    Con Tim ci ho provato 4 volte e per 4 volte sono scappato via…
    Prezzi alti, servizio a pagamento e quando cambia il mese ti addebitano i costi di tutto nel tempo di aggiornare.
    Vogliamo usare linee e compagnie Italiane? Bene: allora iniziamo a prendere esempio da Iliad che non va certo in malora offrendo buoni servizi senza truffe o rimodulazioni… Che poi sia Francese o non italiana non dipende da me e da un punto di vista patriotico mi dispiace anche ma più di 6 euro al mese con servizi opzionali inclusi gratis io mi trovo bene… Non lavoro e non faccio nemmeno chissà quali spese folli perché non avendo un lavoro non ho nemmeno reddito… La spesa mensile del mio pacchetto me la paga mio fratello ma perché è bassa; se dovessero alzarla non lo so se me la pagherebbe ancora poi io cosa faccio?
    A parte poi che Tim non funziona neanche bene nella valle sperduta della località di montagna dove maggiormente uso il telefono senza – oltretutto – possibilità di Wi-Fi quindi non vedo perché dovrei incasinarmi la vita per niente.

  11. Penso che questa volta il grande Matteo ha intenzione di scafazzarcele x chi non capisse fare una grande minghiata. Attento, Matteo, a non perdere tutto quello che hai fatto fino ad esso.

  12. Sono d’accordo per un emendamento, che sia per agevolare la portabilità, per esempio se ho già stipulato un contratto con precedente operatore dovrebbe bastare invio fotocopie documenti e contratto firmati online senza ulteriori accertamenti e sospendere nel periodo del blocco mobilità l’accesso ai negozi operatori.

  13. Non avrei nessun dubbio che i leghisti abbiano preso qualche cosa in cambio. Tuttavia niente mi impedisce di sottoscrivere un numero nuovo, con chi io voglia e pian piano darlo ai miei contatti. Nessuna paura per il cambiamento!

  14. Bastardiiiii venduti alle multinazionali questi sono i problemi che assillano gli ITALIANI, figli di quella città greca!!!!

  15. Al limite il provvedimento potrebbe vietare la richiesta di portabilità presso i punti vendita, mantenendo la possibilità di effettuare l’operazione on line. La norma dovrebbe essere applicata limitatamente al periodo in cui sono in vigore le misure restrittive

  16. Un bel deterrente per allontanare dai gestori più economici tantissimi potenziali nuovi clienti. BRAVI! E le motivazioni quali sarebbero? Mi auguro di tutto cuore che non passi mai questo blocco di libero mercato.

  17. È ridicolo. Con tante cose intelligenti ed utili che potrebbero fare in questo momento se ne escono con assurdità del genere. Avrebbe una logica solo nel caso loro ne ricavassero un qual si voglia benefico molto personale.

  18. Iliad per sempre mai avuto problemi, sono stato in tim e wind, sono scappato per sempre, ladri che più ladri non si può 👍👍👍👍

  19. Se ho letto bene, su altroconsumo.it ed altri siti, l’emendamento al Cura Italia che avrebbe vietato di cambiare operatore telefonico per tutta la durata dell’emergenza covid è stato ritirato!

  20. Una grossa cazzata.Mi meraviglio della lega che firma cose del genere,sta diventando come gli altri due cazzari.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here