Busta paga, ecco le riduzioni di Dicembre: “è vergognoso”

Il mese di Novembre si è appena concluso e Dicembre sembra già galoppante verso l’anno nuovo. Da pochi giorni, inoltre, molti di noi hanno avuto l’opportunità di ricevere in busta paga un bonus che il governo ha deciso di introdurre; si tratta del premio una tantum da 150€, gemello diverso di quello da 200€ ricevuto a Luglio. A causa dei continui aumenti provocati dall’andamento senza sosta dell’inflazione, lo Stato ha deciso di agevolare i cittadini in questo modo.

Stavolta, a ricevere il bonus sono stati anche i pensionati, purchè titolari di uno o più trattamenti pensionistici già dal primo di Ottobre. Il mese di Dicembre, invece, purtroppo non sarà provvisto di niente del genere; tuttavia non è il caso di abbattersi perchè, questo mese, per l’ultima volta, avremo diritto allo sgravio fiscale sui contributi previdenziali INPS. Per le stesse ragioni, infatti, e per aiutare gli italiani con più mezzi possibile, lo Stato ha aumentato lo sgravio dei suddetti contributi dallo 0,8% al 2; aumentando, così, l’esenzione di 1,2 punti percentuali. Sebbene molti non abbiano apprezzato ed avrebbero preferito qualcosa di più, si tratta di uno di quei piccoli dettagli che fanno la differenza.

La situazione per il 2023

Ciò che, invece, ha contribuito ad indignare parte della popolazione, è che il suddetto sgravio, già in atto da Luglio, si concluderà con il mese di Dicembre 2022. Per il prossimo anno, dunque, sembra non sia prevista nessuna manovra simile o altro provvedimento che aiuti la popolazione. Cionondimeno, la situazione economica non sembra decisa a migliorare e nessuno tra i prezzi del gas, dell’energia elettrica e del carburante sembrano propensi ad un netto dietro front. Non è detto, però, che lo Stato non predisporrà nuove agevolazioni nel corso dell’anno ed ancora la decisione non sia stata presa o non sia di dominio pubblico. Quello che ci auguriamo, infine, è che il Governo faccia il possibile per aiutare i cittadini in una situazione talmente tanto delicata quanto quella che stiamo fronteggiando; o quantomeno, tentando di fronteggiare.