Dopo il debutto di Iliad arriverà Vei, il nuovo gestore low cost che secondo le indiscrezioni, dovrebbe adottare il marchio commerciale Ho Mobile. Tutto illimitato, senza vincoli, con la potenza della rete Vodafone. Ecco come il gestore made in UK ha scelto di frenare la #RivoluzioneIliad, o forse coglierne le opportunità.

arrivo di VEI
VEI pronta al debutto. La nuova compagnia telefonica mobile sarà super low cost. Ma dietro c’ è la solita Vodafone. Ecco perché sdoppiarsi.

VEI ha già tutte le autorizzazioni necessarie ad operare sul mercato italiano. È una nuova società, VEI SRL per la precisione, ha un proprio prefisso, propri archi di numerazione e un codice operatore. I lavori che permetterebbero le necessarie interconnessioni con gli altri operatori sono già completati, tanto è vero che il nome VEI già appare negli elenchi dei sistemi della portabilità in uscita (è individuabile anche sul sito Iliad.it).

Tutto quindi è pronto al lancio ed è possibile che il debutto possa avvenire da un momento all’altro. Già questa estate. L’obiettivo come detto, è frenare Iliad. E per farlo i nostri operatori hanno scelto una via curiosa, già utilizzata all’estero ma inedita qui da noi.

Il secondo brand che moltiplica l’offerta, genera confusione e uccide il mercato dei virtuali

Alla fine non sarà Iliad a determinare la scomparsa dei virtuali ma le compagnie storiche operanti in Italia. Sì perché VEI, come Kena Mobile, è totalmente di proprietà di un gestore già operativo. Per la precisione, Vodafone. Solo che, sotto la pressione dei francesi, le nostre compagnie stanno provando la strategia del secondo marchio. Nuovo, nato ripulito e intonso. Insomma, sull’utenza meno informata, Kena Mobile e VEI giocano ovviamente sull’idea dell’abbandono degli operatori tradizionali, così da far uscire clienti dalla porta e ritrovarseli alla finestra.

Per carità, sono sempre offerte in più e quindi di fatto più concorrenza. E come sapete, la concorrenza è un aspetto che qui su 4fan.it abbiamo sempre difeso. Il punto però è che, sempre basandoci sull’esperienza di quanto avvenuto fuori dai nostri confini, i “virtuali finti”, proprietà delle compagnie tradizionali, hanno di fatto schiacciato i veri virtuali indipendenti, affossando un mercato che già in Italia fatica molto ma utile ad un sano ecosistema di competitività.

Sulla questione del secondo brand, vi invitiamo a leggere due interessanti approfondimenti, disponibili su UpGo.news. Nel primo, di qualche mese fa, si fa chiarezza sulle ragioni dello sdoppiamento di Tim e Vodafone (ecco il link all’articolo) mentre nel secondo, si fa una breve panoramica su come la faccenda è stata gestita negli altri Paesi Europei e quali sono state di fatto le conseguenze di questo che assomiglia un po’ ad un gioco delle tre carte (il secondo articolo è disponibile a questo link).

Insomma, visto che non ci va di essere ripetitivi rispetto a quanto scritto nei due articoli citati sopra, restiamo in attesa delle prime vere offerte di VEI by Vodafone, curiosi di capire realmente se Vodafone deciderà davvero di intraprendere la strada della trasparenza, almeno con un marchio su due.

E soprattutto, su come verranno gestite le basi clienti, dove immancabilmente si andrà a creare un’antipatica situazione di serie A e serie B. Kena Mobile finora ha gestito la cosa impedendo di fatto ai clienti del virtuale di utilizzare la rete 4G e creando quindi una corsia preferenziale evidente a quelli di TIM (che pagano di più). Ora anche Kena Mobile pare intenzionata ad offrire ai propri utilizzatori l’ LTE, sempre in funzione anti Iliad.

Insomma, l’aspetto più curioso della vicenda sarà capire se davvero Tim e Vodafone riusciranno ad infastidire Iliad e la sua diffusione oppure se non finiranno per confondere ancora di più la loro comunicazione, creando una concorrenza interna difficile da gestire.

Vi ricordiamo che potete discutere le nostre notizie sul GRUPPO DEI FAN DI ILIAD e che potete restare sempre aggiornati anche sul CANALE TELEGRAM.

10 COMMENTS

  1. L’unica cosa che magari potrebbe dare sono i giga da utilizzare uguali nella promozione che hai quando sei al estero di usare i tuoi giga ..ma questo lo vedo difficile visto che pure vodafone si attiene alla regola europea dei 2 Gb solo chi ha paga 50 euro al mese puoi usufruire fi 13 giga…

  2. Truffato da Iliad? Ho pagato Euro 15,98 nei distributori di sim Iliad chiedendo la portabilità del mio numero wind ma a pagamento avvenuto la SIM non è stata erogata. La promoter mi dice di chiamare il 177 xke lei non ci puo fare nulla ed il 177 mi dice di sbrigarsela con la signorina promoter xke loro non possono fare nulla in quanto non risulta la mia email di registrazione, dopo essere stato preso x il culo da entrambi mi ritrovo con euro 15,98 rubate dal mio conto e con una portabilità in corso su una sim che non non ricevuto. Non posso fare nemmeno il recesso xke nessuno sa darmi i dati della nuova sim che non ho ricevuto. Qualcuno sa come aiutarmi ad uscire da questa trappola di operatore virtuale? microfritz@gmail.com

    • Ciao, intanto chiama Wind e blocca la portabilità.
      In questo modo, almeno salvi il numero.
      Entro 14 giorni dalla sottoscrizione, puoi recedere dall’offerta, pertanto chiama Iliad e esprimi la volontà del diritto di recesso.
      Una volta fatto questo, potrai richiedere nuovamente una sim Iliad.

  3. Si ma sempre di Vodafone camuffata si tratta,e quindi politica spella polli oggi paghi tot domani paghi il doppio,quindi sempre di merda stiamo parlando.

  4. Tutte le sim che c erano in famiglia passate tutte a iliad. In meno di 5 giorni sono arrivate sia le sim che la portabilità. Ottima la copertura e superveloce la rete dati. Consigliatissimo. Addio tim, vodafone e tre.

  5. da wind sono passato a iliad in 4 giorni ottima copertura veloce piu di wind telefono copertura buona sono contento di avere gestore iliad. e 30 giga e telefono illimitato e pago 599 al mese con wind 12 euro 28 giorni con 5 giga sono contento

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here