Ecco quanto vale il rame vecchio oggi: “da non credere”

Il Rame è da sempre considerato l’oro rosso del mercato. Il suo utilizzo, infatti, è molto ampio in un’infinità di settori; dai cavi elettrici, ai binari del treno, a numerose centraline per poi passare anche da elementi di arredo, forme d’arte, gioielli o pentole ed utensili da cucina. Questo materiale, infatti, si rivela molto prezioso in quanto fondamentale per la creazione di oltre 400 leghe e per le sue grandi doti/ caratteristiche. Alcune di esse, ad esempio, sono l’alta conducibilità, che lo rende perfetto per il trasporto ad alta velocità della corrente elettrica; la grande malleabilità e duttilità; e, infine, anche la capacità di essere riutilizzato più volte. 

Per queste ragioni e molte altre, questo materiale si paragona tranquillamente a metalli come oro e argento che, sebbene abbiano un valore maggiore, per certi versi non hanno il largo utilizzo che, invece, ha il rame. Esso possiede, infatti, allo stesso modo dei metalli suoi simili una quotazione in borsa che non fa che lievitare. Non si tratta di una rarità, infatti, il fatto che spesso avvengano dei furti per appropriarsi illegalmente di questo materiale per poi venderlo. Pensate che, a seconda della consistenza e condizioni in cui si trova, infatti, la valutazione cresce e, di conseguenza, diventa anche più allettante.

Il valore odierno del rame

Non è accaduto poche volte, però, che diverse persone finissero folgorate proprio per tentativi inappropriati di furto; spesso anche nelle centrali elettriche o nei binari del treno. Questo metallo, infatti, è tanto bello quanto pericolo se in procinto di alte cariche di elettricità. Ma come dicevamo prima, anche nel caso in cui esso si presenti in aspetti diversi è comunque idoneo alla vendita, può essere sotto forma di cavi, ad esempio, come quello che vedete in foto; oppure anche in pezzi di grandi dimensioni come tubi o anche tondini puri. In quel caso, il prezzo al Kg si aggira tra i 5 e gli 8€. Nel caso in cui si parla di rame usato e sporco, invece, il prezzo arriva intorno ai 4€; nello specifico, infatti, conta anche quanto è semplice riportare il materiale ad uno stato ottimale per usarlo nuovamente.