Ecco quanto valgono le vecchie lire con Vulcano: “da non credere”

Le 50 Lire sono tra le monete più amate della valuta della Lira, inoltre, sono ancora molto discusse da numismatici e collezionisti; alcune per le loro particolarità, altre per le caratteristiche del materiale o perchè furono proprio le ultime Lire della storia italiana. Moltre di esse racchiudono un’interessante storia che si cela alle loro spalle, segreti, situazioni che destano una certa curiosità. Altre, vengono semplicemente ricordate perchè erano le monete più comuni regalateci dalle nonne, magari di nascosto dai nostri genitori. Nelle prossime righe di questo articolo parliamo delle 50 Lire Vulcano; che un po’ per bellezza, un po’ per rarità, hanno in un certo senso segnato la storia.

50 Lire Vulcano

Le 50 Lire più ricercate, sono quelle appartenenti agli anni 50, perchè, come alcuni dei più esperti già immaginano, si tratta di versioni di prova. La realizzazione definitiva, avvenne, infatti solo nel 1954; tutte quelle realizzate dal ’50 al ’53, detengono, dunque, un gran valore. 

Sul dritto della moneta, rivolto verso destra, troviamo il profilo di una donna con il capo ornato da una corona di foglie d’alloro. Attorno al capo, quasi a fare da cornice alla moneta, vi è la scritta “REPVBBLICA ITALIANA”, in basso poi, come sempre, troviamo le firme di autori ed incisori. Sul verso della moneta, invece, una meravigliosa rappresentazione del Dio vulcano che batte l’incudine con il martello, rappresentato in una magnifica corporatura degna del suo nome e status di divinità. A destra, alle spalle del Dio romano, si trovano il valore nominale della moneta, attraverso la scritta L.50 ed il monogramma R, simbolo della Zecca di Roma. A sinistra della divinità, invece, troviamo il millesimo di conio ed, in basso, proprio vicino alla base della pietra reggente l’incudine, la scritta “prova”.

Il valore di queste monete risulta essere davvero sconvolgente, la versione di prova del 195o fu venduta nel 2013 per 3.450€, la versione di prova del 1953 fu venduta nel 2017 per l’incredibile cifra di 11.800€ e, infine, la moneta di prova del 1954 di cui esistono versioni sia con che senza la scritta, fu acquistata alla cifra di 6.018€. Io a questo punto, fossi in voi, mi darei da fare a dare una sbirciatina i casa dei nonni, mai dire mai!