Fastweb doveva essere il nemico numero uno di Iliad. Lo è stato da prima dell’esordio. Quando Fastweb, controllata Swisscom, voleva accordarsi con Wind Tre per entrare nell’affare telefonia mobile come quarto operatore dotato di propria infrastruttura. Wind Tre alla fine strinse la mano ad Iliad e la cosa non è stata mai realmente digerita dagli svizzeri. Tanto che Fastweb, se ne uscì anche con un difficile e improbabile ricorso presentato all’Unione Europea cercando direttamente di impedire l’unione di Wind con 3 e quindi, l’esordio di Iliad Italia. A Fastweb, questa è storia, è andata male però adesso il giocattolo sembra aver stufato gli elvetici. Swisscom, secondo i rumors raccolti anche da UpGo.news, è intenzionata a cedere la compagnia. Forse a Wind Tre o a Vodafone.

Swisscom lascia l'italia
Swisscom vuole andare via dall’Italia? Insistenti rumors danno Fastweb in vendita. E pensare che doveva essere l’anti Iliad per eccellenza.

Non è esclusa l’ipotesi di una joint venture con un altro soggetto, così da lasciare Swisscom comunque con un piede dentro il mercato italiano. Fatto sta che per Swisscom si tratta un po’ di una ritirata dall’avventura di conquista del mercato italiano.

Eppure i conti e i numeri di Fastweb non sono malaccio. Il gestore si è ritagliato uno spazio assolutamente importante nella telefonia fissa e sta godendo della nuova ondata di domanda, dovuta alle prestazioni della fibra ottica e alla sempre maggior richiesta di banda, anche e soprattutto a casa.

E anche il virtuale Fastweb, il gestore mobile senza antenne che si appoggia alla rete di TIM (anche su network 4G) riesce bene ad integrarsi nell’offerta fissa, fidelizzando in maniera ancora più decisa la base clienti.
Preparando Fastweb al futuro della telefonia, quel 5G tanto decantato ma che quando è arrivata l’occasione per prendere frequenze, si è scelto di percorrere la strada della posatezza. Fastweb si è aggiudicata un solo lotto sulla banda da 26 GhZ.

Ed è stato forse quello il primo segnale di un azionista di riferimento che ha iniziato a crederci meno.

Ora si sono paventate le strade della vendita a Wind 3 o a Vodafone, le uniche due società che sembrano nella posizione di poter spendere ed investire. Il valore di Fastweb resta comunque alto.

Forse non è stata del tutto convincente l’imitazione totale del modello Iliad: gestore totalmente trasparente, senza costi nascosti, conveniente. Rifarsi totalmente il look in una manciata di mesi non è mai semplice.

Ma per il momento, la guerra tra svizzeri e francesi sembra essere stata vinta dai francesi. Almeno in terra italiana visto che Swisscom e Iliad competono curiosamente anche nella Confederazione dove Niel controlla il terzo gestore Salt.

Insomma, in questo risiko della telefonia, Fastweb potrebbe diventare un territorio di conquista, per quel processo auspicato un po’ da tutti che si chiama consolidamento.

6
Lascia un commento

avatar
3 Comment threads
3 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
4 Comment authors
ChristophRedazione 4fan.itEdoaardoLamberto Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
Lamberto
Ospite
Lamberto

Io credevo Fastweb fosse Italiana….

Redazione 4fan.it
Admin

è stata a controllo italiano per pochissimo tempo. Ai tempi di ebiscom

Edoaardo
Ospite
Edoaardo

e che ne sarà dei clienti mobile? e il fisso?

Christoph
Ospite
Christoph

Ad onor del vero, la filosofia della trasparenza tariffaria e dell’assenza dei costi nascosti è stata portata avanti da Fastweb molto prima dell’arrivo di ILIAD. In particolare per il mobile, i zero costi per l’avviso di chiamata, la segreteria telefonica, il cambio piano e così via, esistono quantomeno dal 2016, anno in cui mi sono convinto a migrare.
Non credo, quindi, che corrisponda al vero che Fastweb abbia copiato la – seppur apprezzata – strategia di ILIAD.
Certo è che, se Fastweb verrà comprata dalla Vodafone, io cesso tutto e subito.

Redazione 4fan.it
Admin

Però, proprio ad onor del vero, la campagna “NienteComePrima” è stata inventata poco dopo l’annuncio dell’arrivo di Iliad nel mercato italiano. Non proprio per caso insomma…

Christoph
Ospite
Christoph

Mi permetto di notare che da una rapida ricerca in google, trovo il claim niente come prima in un post dell’8 maggio 2017 (sito engage.it, titolo dell’articolo “Fastweb punta sulla convergenza con l’offerta mobile. Budget 2017 in crescita”).
In realtà sticavoli. Però Fastweb non ha copiato nulla da Iliad.