Torniamo sull’odiosa questione della fatturazione a 28 giorni, praticata ormai piuttosto assiduamente da due anni o forse anche di più e ricordiamo che dal 1° ottobre 2017 anche Sky ha pensato di adeguarsi ai gestori telefonici iniziando la fatidica fatturazione e ovviamente facendo arrabbiare parecchi clienti.

Fattura 4 settimane
Fattura ogni 4 settimane. Ora Governo e maggioranza vogliono vietarla. E intanto Iliad ha già annunciato la massima trasparenza nei confronti dei clienti.

In buona sostanza fatturare ogni 4 settimane sarebbe illegittimo (anche se è permesso alle aziende modificare le condizioni contrattuali in corso), ma finora nessuno sembrava essersi interessato più di tanto al problema, nonostante diversi interventi da parte di Agcom che sono puntualmente finiti nel dimenticatoio.

Ho Mobile ha già annunciato l’ intenzione di addebitare i rinnovi ogni 30 giorni

Semplicemente i gestori telefonici hanno continuato a fare come gli pareva ma ora finalmente una luce in fondo al tunnel: il Governo sembra seriamente intenzionato a porre fine a questa odiosa pratica.

Odiosa perché ci costringe al pagamento di una mensilità ulteriore ogni anno. Ne pagheremo in totale 13 contro le “normali” 12.

In Parlamento dunque è stata presentata una proposta di legge da Alessia Morani, vicepresidente del PD alla Camera ecco in sintesi di cosa si tratta spiegato dalla stessa Morani:

Il testo introduce, dunque, l’obbligo della fatturazione dei servizi su base mensile. Dispone un irrobustimento dei poteri di vigilanza da parte delle competenti autorità, un aumento delle sanzioni da queste ultime comminabili e la restituzione delle somme indebitamente percepite da parte degli operatori in caso di violazione dell’obbligo di cadenza mensile. Infine, limita la possibilità di modificare, da parte delle aziende di comunicazione elettronica, in modo unilaterale le condizioni contrattuali: le modifiche unilaterali saranno ammesse solo con un giustificato motivo obiettivo.

Mi auguro che il governo inserisca le norme nella legge di Bilancio. Se così non fosse, comunque, inseriremo la proposta sotto forma di emendamento alla stessa legge di Bilancio.

Sulla proposta sono intervenute tempestivamente le varie associazioni di consumatori che hanno salutato con ottimismo la proposta augurandosi, come ci auguriamo tutti, che venga approvata e applicata il più presto possibile.

I gestori intanto, soprattutto in vista dell’arrivo di Iliad/Ho Mobile in Italia, dovrebbero seriamente mettere fine a questo tipo di fatturazione, visto che il nuovo competitor ha già promesso di non voler adottare questo sistema. Insomma, Tim, Vodafone, Wind e 3 potrebbero lanciare presto un’ operazione simpatia prima dell’ arrivo dell’ agguerrito Iliad.

Adiconsum scrive al Governo

Adiconsum a questo proposito ha inviato una lettera al Presidente del Consiglio, ai Presidenti di Camera e Senato, al Ministro dello Sviluppo Economico e al presidente dell’Autorità per le garanzie nelle Comunicazioni, per richiedere un intervento legislativo a modifica dell’art. 70 del Codice delle Comunicazioni elettroniche.

Questo articolo, infatti, permette alle aziende di modificare unilateralmente le condizioni contrattuali di un contratto di telefonia in essere, avvisando i consumatori del cambio con un semplice sms, e concedendo loro di recedere dal contratto senza costi, se la disdetta viene fatta entro 30 giorni.

1
Lascia un commento

avatar
1 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
1 Comment authors
bear_666 Recent comment authors
più nuovi più vecchi più votati
bear_666
Ospite
bear_666

sky si può disdire tranquillamente quanto alle compagnie telefoniche sul mobile basta solo aspettare.sul fisso non ci sono purtroppo alternative