Due tariffe iniziali, da 2 euro, dedicata al mercato voce ed una da 12, all inclusive, dedicata a chi vuole tanti giga. Inizio delle operazioni commerciali a gennaio 2018. A rivelarlo è un report del noto istituto finanziario HSBC che analizza l’ impatto di Iliad nel mercato italiano con particolare riferimento alla compagnia Telecom Italia.

Iliad Ho Mobile analisi
L’ analisi di HSBC sull’ entrata di Ho Mobile nel mercato italiano. Nel 2019, 11% di quota di mercato sul mobile e sbarco anche nella telefonia fissa con Open Fiber. L’ ARPU di TIM scenderà del 10%

HSBC sembra prudente circa il futuro di TIM che potrebbe subire fortemente l’ arrivo di Iliad. Come da noi analizzato più volte, resta strategico per il Gruppo Telecom il comparto fisso, con una richiesta crescente di connettività e un prezzo in salita (rincari dell’ 8%) grazie al passaggio al sistema di addebito ogni 4 settimane.

La telefonia fissa sarà quindi l’ ancora di salvezza di Telecom Italia visto che, almeno per tutto il 2017, Iliad non avrà un’ offerta concorrente. Sul mobile invece, l’ arrivo del gestore Ho Mobile, sempre secondo gli analisti di HSBC, peserà fortemente sui conti dell’ azienda e provocherà una contrazione dell’ ARPU di circa il 10%. Una nuova guerra dei prezzi che metterà in difficoltà TIM ma anche Vodafone e Wind 3, a tutto vantaggio dei consumatori italiani.

Guarda le nostre anticipazioni sulle future tariffe di Ho Mobile

A riportare le analisi di HSBC, oggi, il nostro blog principale UpGo.news. Le analisi risultano tutto sommato in linea con quanto riportato anche da Fitch Ratings pochi giorni fa. Secondo HSBC quindi l’ entrata di Iliad sarà dirompente anche se un po’ più in salita rispetto a quanto avvenuto con Free Mobile in Francia.

Entra nel Gruppo Facebook di Ho Mobile

Sempre secondo HSBC, Iliad con Ho Mobile raggiungerà una quota di mercato importante, pari all’ 11% già nel 2019. Proprio la soglia del 10% circa, era stata già fissata da Xavier Niel come punto di ritorno dei propri ingenti investimenti.

Nel 2019 poi, Iliad entrerà con tutta probabilità anche nella telefonia fissa, con una nuova offerta super low cost nata dall’ accordo con Enel Open Fiber, che affitterà quindi ai francesi la propria infrastruttura in fibra ottica.

Al termine del report, nel quale si fa chiaro riferimento a Iliad come una forte minaccia per gli attuali operatori italiani, HSBC ricorda l’ importante accordo tra Iliad Italia e Wind Tre, che comprende:

  • 2x35MHz di spettro 3G e 4G (2x5MHZ nella banda 900MHz, 2x10MHz a 1.800MHz, 2x10MHz a 2.1GHz, 2x10MHz a 2.6GHz) per EUR450m, da pagare nel 2017-2019
  • 10.000 siti macro
  • un accordo di condivisione RAN (rete di accesso radio) in aree rurali
  • un accordo di roaming 2G / 3G / 4G sulla rete fusa 3 / Wind per 2×5 anni

Come sempre, per tutte le news in anteprima su Iliad e su Ho Mobile, continuate a seguirci qui su www.4fan.it e sulla nostra Pagina Facebook.

Lascia un commento

avatar