Iliad 4%

È stato ufficialmente presentato il nuovo osservatorio AGCOM del 2019, un resoconto con tutte le performance registrate dagli operatori telefonici sul mercato italiano, aggiornate al mese di marzo.

Ciò che emerge da questo resoconto è ancora una volta il progresso di Iliad nel mercato italiano, che nel giro di un anno ha già raggiunto il 4% di quota di mercato nelle SIM Human.

I dati dell’osservatorio AGCOM fanno ovviamente riferimento al primo trimestre dell’anno, ma sono sicuramente numeri interessanti e da tenere d’occhio, che ci permettono di avere una panoramica sullo status quo del mercato della telefonia italiana.

Al primo posto resta ovviamente TIM, che si tiene stretta la sua posizione come leader del mercato in termini di SIM complessive con il 30,5% (con un calo dello 0,3%), seguita da Vodafone con il 29,1% (in calo di 1,1%) e infine Wind con il 28,9% (in calo di 1,9%).

In termini di SIM Human invece il podio vede al primo posto Wind Tre con il 32,1%, con un calo del 2,9%.

Da notare come in entrambe le classifiche sia comunque ben solida PosteMobile. L’operatore virtuale di PosteItaliane è infatti riuscito a tenersi stretta la quarta posizione in entrambe le classifiche, con le SIM complessive pari al 3,9%, mentre ammonta al 4,9% la quota di SIM Human.

Per quanto riguarda tutti gli altri operatori virtuali (in cui rientrano Fastweb, CoopVoce, LycaMobile e Tiscali) sono stati diffusi dei numeri piuttosto generali che mostrano in entrambe le classifiche una crescita dello 0,1% sulle SIM Complessive e uno 0,4% sulle SIM Human.

La posizione nel mercato di Iliad Italia

Torniamo a parlare di Iliad, che in questa classifica si piazza al quinto posto, tuttavia la sua crescita, come già detto, è stata decisamente impressionante. A livello di SIM Complessive si denota un +3,2%, mentre la quota di SIM Human al momento ha raggiunto una crescita del 4,0%.

Percentuali che evidenziano una crescita estremamente solida, a riconferma di quanto la strategia commerciale adottata dall’operatore francese sul territorio italiano stia dando esiti molto positivi.

Nei prossimi mesi Iliad dovrà quindi rispondere all’utenza e delineare un quadro più chiaro sul futuro: ci aspettiamo il reveal di nuove tariffe, così da rendere ulteriormente appetitoso il listino delle offerte che, attraverso i suoi prezzi estremamente concorrenziali ha dato grande filo da torcere al mercato della telefonia italiana.

Uno scossone che in parte ha contribuito anche alla più larga diffusione sul mercato delle offerte low cost, ma anche degli operatori virtuali, i quali hanno visto comunque un leggero incremento rispetto al passato. Sono dati insomma che delineano uno scenario di cambiamento, e cosa vuole davvero l’utenza, e Iliad da questo punto di vista si sta tratteggiando sul mercato come l’operatore di svolta all’interno di uno scenario che di suo è già molto sfaccettato.

Iliad dal canto suo ha annunciato e messo in atto dei piani d’espansione che coinvolgono al momento l’installazione delle antenne per una rete proprietaria, e nonostante qualche difficoltà riscontrata sul percorso, l’operatore sta cercando di tenere fede alle promesse. L’obiettivo è infatti quello di svincolarsi dalla rete Wind, a cui si sta affidando fin dal suo esordio sul mercato italiano.

In tutto questo Iliad non dimentica il suo principale cavallo di battaglia: la trasparenza nei confronti dei clienti.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here