Iliad conferma in Italia l’assunzione di 80 dipendenti nel 2017. Recentemente Benedetto Levi ha parlato di 200 persone legate alla compagnia telefonica. 120 contratti circa sarebbe quindi stati siglati in questi primi mesi del 2018. Non è certo se siano direttamente assunti o se – nel caso delle dichiarazioni di Levi – si parli di risorse in outsourcing. In tutti i modi si delinea una telco estremamente snella e con pochi dipendenti, se confrontata con i principali competitor della telefonia. Le tariffe a basso costo, impongono all’azienda un modello leggero.

Iliad Comunicato
Per mantenere i prezzi bassi Iliad adotta in Italia una struttura molto leggera. La compagnia completa tutta l’infrastruttura per essere operativa in Italia con soli 80 dipendenti. E non utilizzerà i negozianti. Benedetto Levi aveva comunicato qualche giorno fa circa 200 assunti.

E la flessibilità di Iliad, a quanto sappiamo ad oggi, passerà anche dalla struttura commerciale. Lo abbiamo già detto. Iliad, unica in Italia, non utilizzerà almeno per il momento, i negozi multi-marca e non proporrà formule franchising. L’ obiettivo è sfruttare la vendita online e gli innovativi distributori automatici, piazzati in punti strategici e altamente commerciali. Questa settimana sono attesi maggiori dettagli sull’accordo con i supermercati Coop (accordo interessante per la capillarità dei market ma anche perché, in linea teorica, Coop svolge anche il ruolo di piccolo concorrente possedendo il marchio di telefonica CoopVoce).

Iliad, gli investimenti già effettuati

Nel comunicato ufficiale Iliad comunica il pagamento, nel 2017, di una prima tranche di 50milioni di euro a Wind Tre per la cessione delle frequenze. 314 milioni sono andati invece direttamente nelle casse dello Stato per il rinnovo delle frequenze a 1800 MHZ, valide fino al 2029. Attualmente Iliad dichiara di aver completato la progettazione delle infrastrutture per il lancio del gestore italiano.

Come sappiamo, Iliad si avvarrà di una copertura estesa su tutto il territorio nazionale, grazie al roaming Iliad con Wind Tre e alla rete proprietaria, già presente in diverse città. In entrambi i casi Iliad utilizza il codice operatore assegnato dal Mise: il 222-50.

In Francia il 60% dei clienti si connette su rete 4G

In Francia intanto cresce la copertura di Free Mobile, principale marchio di Iliad. Alcune settimane fa vi abbiamo riportato un documento nel quale si parlava delle strategie di Iliad relative alla rete. Tanto 4G, con il 2G a supporto delle operazioni, ancora per qualche anno. Quindi, riconversione totale del 3G che per Iliad non è poi così importante. Sarà così con la rete italiana e anche in Francia, dove nei prossimi mesi Iliad vuole riconvertire al 4G ben 12.200 siti oggi in 3G.

Buoni i dati francesi sulla telefonia fissa di Iliad dove l’ operatore si conferma primo gestore alternativo del mercato, con ben 6.5 milioni di clienti. Free detiene nella telefonia fissa una quota di mercato del 21%. In Italia inizialmente Iliad non opererà sul fisso. Ma continuano i colloqui con i wholesale come OpenFiber, per il lancio anche di un’offerta commerciale sulla fibra.

Come sempre, per conoscere in anteprima assoluta tutte le notizie su Iliad Italia restate sintonizzati qui su 4fan.it, sulla nostra Pagina Facebook e sul Canale Telegram e discutete le news sul primo Gruppo Facebook dedicato al nuovo quarto operatore mobile.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here