Home » Notizie su Offerte, Tariffe e Copertura di ILIAD » Iliad è affidabile? Qualche dato e qualche mito da sfatare

Iliad è affidabile? Qualche dato e qualche mito da sfatare

Questo post è stato aggiornato con nuove informazioni il 24/05/2022

Iliad, mi posso fidare?

Siamo tutti consapevoli dell’estrema convenienza delle tariffe di Iliad, lo ripetiamo spesso e abbiamo un mare di post dedicati sempre aggiornati con costi e informazioni su tutti i piani di quello che è ormai uno degli operatori più importanti nel panorama delle telecomunicazioni italiano. In questo post però non vogliamo soffermarci su prezzi, giga, offerte e tariffe, ma cercheremo di rispondere a una delle domande più frequenti che gira tra i commenti del nostro blog e del nostro canale telegram: Iliad è affidabile?

Iliad non è un operatore virtuale

Uno dei primi aspetti che vogliamo sottolineare è che Iliad non è un operatore virtuale (un MVNO) ma un gestore telefonico vero e proprio, con una propria infrastruttura e una nuovissima rete di proprietà in continua espansione.
Troppo spesso ancora si fa confusione e si associa erroneamente Iliad a brand low cost come Kena Mobile, Ho Mobile o Very Mobile (tutti operatori virtuali), proprio per i prezzi e le tariffe davvero molto simili. Questo errore è più comune di quanto si pensi e anche alcuni blog di settore creano confusione, disorientando ancor di più gli utenti.

Questo articolo ti interessa? Vuoi ricevere le news aggiornate su Iliad? Iscriviti a 4Fan.it su Telegram!

Da quando Iliad è arrivata nel mercato italiano (parliamo del 2018) gli investimenti sono stati consistenti e continui riguardo allo sviluppo e all’ottimizzazione della propria rete, una rete appunto costruita da zero, modernissima e alimentata totalmente dalla fibra ottica ed infatti la rete Iliad è tutta in 4G+ e 5G ready.


Quello che sfugge a molti utenti è che Iliad, non essendo appunto un operatore virtuale, non è soggetta alle frequenti “limitazioni” che hanno invece gli altri operatori economici (soprattutto in termini di navigazione). Essendo infatti marchi “low cost” sono proprio i brand principali che impostano queste limitazioni per creare diverse fasce di utenti.

Qualche numero (crescita e soddisfazione clienti)

Stando ai comunicati stampa Iliad Italia negli ultimi mesi del 2021 è arrivata oltre gli 8 milioni di utenti. Nel terzo trimestre del 2021 hanno scelto questo rivoluzionario operatore 345.000 nuovi utenti, arrivando quindi a far detenere a Iliad una quota del 10,5% di tutto il mercato italiano.

L’aumento di utenti si traduce in aumento di fatturato che Iliad ha saputo investire nel lancio dei suoi servizi di rete fissa, avvenuto a fine gennaio, continuando a sviluppare la propria rete mobile su tutto il territorio nazionale superando a novembre 2021 gli 8.200 siti già attivi.
Non si ferma neanche l’espansione della rete distributiva di Iliad che attualmente conta 23 Flagship Store, 1.500 Simbox (diffuse tra gli Iliad Corner e la grande distribuzione), 450 Iliad Point nelle edicole e tabaccherie e oltre 2.000 Iliad Express presso supermercati e librerie.

Commentando questi dati l’AD Benedetto Levi si è dichiarato estremamente “orgoglioso di aver supportato milioni di persone con un servizio di connettività affidabile e trasparente” soprattutto durante questi difficili anni di pandemia.

Espandendo un po’ i confini il Gruppo Iliad ha attualmente circa 40,8 milioni di utenti in Europa, di cui 33,7 milioni di utenti mobili e 7,1 milioni di utenti per i servizi di rete fissa, inoltre sempre il Gruppo Iliad si è fatto promotore di un programma  di sostenibilità ambientale che punta all’abbattimento delle emissioni dirette entro il 2035 attraversò attività mirate e l’investimento di 1 miliardo di euro nei prossimi 15 anni.

Con questa rapida crescita sia in termini di fatturato che di utenti si può pensare che la soddisfazione dei clienti potrebbe essere scesa nell’ultimo periodo. Nulla di più sbagliato. Secondo il sondaggio condotto da Ipsos (una società multinazionale di ricerche di mercato e consulenza) gli utenti di Iliad continuano a gradire le proposte dell’operatore e di accettarle di buon grado e con grande entusiasmo. Dati confermati dalla rilevazione effettuata lo scorso agosto che ha registrato un riscontro positivo del 96,2% in termini di soddisfazione dei propri utenti, superando addirittura la soglia media del mercato (ferma da qualche tempo all’89,3%).

Un altro dato impressionante è il tasso di raccomandazione, ossia la percentuale di utenti che si sentono di raccomandare Iliad a parenti e amici. Secondo la ricerca Ipsos questo valore ha raggiunto il 52,2% contro la media del settore ferma al 17,8%.
Questi valori confermano l’affidabilità di Iliad e la capacità del marchio di garantire la qualità che gli utenti si aspettano, mantenere le promesse fatte e ascoltare gli utenti per migliorare sempre di più.

Il valore del marchio Iliad

Da un’ultimo sondaggio dell’Ericsson Mobility Report emerge che proprio Iliad è il brand con maggior valore percepito proprio dal punto di vista della fiducia del marchio, superando anche il colosso britannico Vodafone.

Secondo questa ricerca circa il 69% degli intervistati conosce il marchio Iliad e ha almeno pensato una volta ad effettuare una migrazione verso di esso. Un dato veramente impressionante è che in appena 4 anni il rating del brand Iliad Iliad abbia superato marchi come Fastweb, WindTre e appunto proprio Vodafone Italia.
Durante i primi giorni di febbraio 2022 abbiamo assistito alla prima offerta di Iliad per l’acquisizione di Vodafone (ben 11,2 miliardi di euro) rifiutata però dopo qualche giorno attraverso una nota firmata dal gruppo britannico. I vari esperti del settore non escludono però una nuova proposta rimodulata per consentire a Vodafone di mantenere alcune azioni e beneficiare quindi delle sinergie che si andrebbero a creare. Siamo di fronte quindi ad una partita ancora aperta e tutta da giocare.

Concludiamo questo articolo dicendo che, per chi avesse ancora dubbi su quanto effettivamente Iliad sia affidabile, l’unica soluzione è quella di provare in prima persona passando a Iliad. Risulta chiaro dai dati che abbiamo citato che la tendenza di Iliad è quella di continuare a crescere proprio perché i consumatori vedono in questo brand, oltre ad un marchio sicuro e conveniente, un qualcosa di nuovo, diverso e moderno, specchio di una società in continuo divenire.

Leggi anche: come va Iliad?

4 commenti su “Iliad è affidabile? Qualche dato e qualche mito da sfatare”

  1. Io come primo operatore ho iniziato con Vodafone un po’ caruccia poi un giorno mi vedo cambiare l’offerta così cambio con Wind che era la più economica l’unico diffetto una brutta ricezione cambio con Tim che come Vodafone le loro offerte non erano per sempre, sento parlare di Iliad provo; dal 2018 ad arrivare a oggi 30/05/2022 non ho avuto nessuna sorpresa contenta di essere passata a Iliad 👍

    Rispondi
  2. Forse si parla nelle cittă ma ki ě nato nei paesini, iliad nn funziona nwmmeno col 4 g.. Pensate prima a mettere tutti sullo stesso piano

    Rispondi
  3. È dal 2018 che sono passato ad Iliad per continue rimodulazioni da Wind e da Vodafone, mi trovo benissimo e non cambierei per nessuna ragione, lo consiglio a tutti, grazie Iliad

    Rispondi

Lascia un commento