Home » Notizie su Offerte, Tariffe e Copertura di ILIAD » Iliad all’estero: tutto quello che c’è da sapere per partire in tranquillità

Iliad all’estero: tutto quello che c’è da sapere per partire in tranquillità

iliad all'estero

Il periodo in cui la maggior parte delle persone parte per le vacanze è ormai arrivato. Ebbene sì perché tra il mese di luglio e quello di agosto moltissimi di voi, una volta in ferie, partiranno per diverse mete. Cosa succede quindi ai clienti Iliad quando viaggiano all’estero? Come si comporta il quarto operatore italiano una volta che si varcano i confini nazionali? In questo post cercheremo di fornirvi una panoramica completa di tutto ciò che occorre sapere per non incorrere in brutte sorprese quando si utilizza la propria sim Iliad all’estero.

Prima di proseguire nella lettura, se non volete perdervi nemmeno un contenuto sul mondo Iliad, seguite gratuitamente il CANALE SU TELEGRAM 4FAN, il canale interamente dedicato all’universo Iliad.

Come funziona Iliad all’estero: il roaming

Quando si oltrepassano i confini nazionali solitamente qualsiasi operatore (e quindi anche Iliad) continua in qualche modo a funzionare. Come è possibile? Questo avviene grazie al roaming. In moltissimi sicuramente ne avrete sentito parlare ma, per i meno pratici di termini tecnici della telefonia, il roaming avviene quando lo smartphone aggancia una rete di un operatore mobile diverso dal solito.
Il cellulare, guidato dalle informazioni presenti nella SIM, non trovando la “rete di casa” si appoggia alla rete di uno degli operatori presenti in ciascuna nazione. Solitamente in Europa ogni Paese ha in media tre o quattro gestori telefonici, ma non è detto che Iliad possa utilizzare la rete di tutti. Questo dipende infatti dagli accordi che Iliad ha preso con le compagnie straniere.

Non preoccupatevi però, voi non dovete fare nulla, il vostro smartphone farà tutto in automatico, scegliendo la migliore soluzione tra le reti con la quale Iliad ha un accordo di roaming internazionale.

A volte può capitare che questa operazione automatica non vada a buon fine. In questi casi sarà sufficiente un riavvio del telefono oppure passare alla ricerca manuale della rete. A questo punto dovrete selezionare voi a quale rete (fra quelle disponibili) lo smartphone debba agganciarsi in roaming. Ma, al termine della procedura, vi consigliamo di impostare di nuovo la modalità automatica per far sì che lo smartphone possa agganciarsi ad altre reti in caso di mancata copertura.

Utilizzare Iliad all’estero: quanto costa?

Clicca qui per vedere tutte le tariffe di Iliad disponibili in questo periodo e attivabili direttamente online.

Arriviamo al punto saliente: quanto costa il roaming Iliad all’estero? Partiamo subito dalla buona notizia: nei Paesi facenti parte dell’Unione Europea Iliad si comporta esattamente come in Italia, con trasparenza e senza costi extra. Si possono infatti ricevere ed effettuare chiamate gratuitamente, inviare sms senza costi aggiuntivi e si può anche navigare. L’unico aspetto da tenere sotto controllo riguarda la quantità dei giga, poiché quando si è in roaming UE la quantità di giga compresi nei vari piani Iliad diminuisce rispetto a quanto previsto in Italia. Nelle varie schede delle offerte, Iliad specifica sempre la quantità di giga consumabili nei paesi UE e, in base alla tariffa, questo numero è variabile.

Ad esempio (dopo un nuovo aggiornamento del regolamento europeo in materia di telecomunicazioni) attualmente con l’offerta Giga 120 si hanno a disposizione 9GB per il roaming nei Paesi dell’Unione Europea, mentre con la Giga 80 si passa a 7 giga e così via. Per un riepilogo di tutte le condizioni di roaming fuori dall’Italia potete consultare questa pagina del sito ufficiale Iliad e vi ricordiamo inoltre che il limite dei giga utilizzabili in UE è sempre indicato all’interno della propria area personale.

Arriviamo ora alle brutte notizie poiché quando parliamo di Unione Europea non ci riferiamo a tutti i Paesi che geograficamente compongono l’Europa, ma appunto solo quelli che ne fanno parte a livello politico (tranne alcune eccezioni come il Regno Unito, la Norvegia, l’Islanda). Questo significa che ad esempio nella vicinissima Svizzera, nonostante la presenza di Salt, operatore partner di Iliad, il roaming costa moltissimo.

Stessa sorte per chi decide di partire verso mete più lontane: in Africa, Asia, America e Australia i costi per il roaming sono decisamente alti e quindi. Non si possono in alcun modo utilizzare i giga compresi nell’offerta e se decidete di navigare mentre siete “agganciati” ad un operatore locale dovrete pagare per ogni MB che utilizzerete da un minimo di 0,06 centesimi/MB fino addirittura a 14,99 euro/MB. Il dettaglio dei costi sono pubblicati e suddivisi per piano tariffario su questa pagina ufficiale: https://www.iliad.it/brochure-prezzi-mobile.html

Se siete diretti verso queste località dove i costi del roaming sono dispendiosi e avete necessità di utilizzare il traffico dati (soprattutto in luoghi dove non avrete modo di accedere ad una rete Wi-Fi), il nostro consiglio è quello di informarvi prima di partire sugli operatori locali e magari una volta arrivati acquistare una SIM ricaricabile di un operatore del posto. Anche se la vostra vacanza durerà solo un paio di settimane avrete la possibilità di restare connessi senza dover pagare un occhio della testa.

Il roaming marittimo

Se state preparando un viaggio in nave, quando siete fuori dalle acque territoriali (di norma a 12 miglia dalla costa) potete optare per l’utilizzo del roaming marittimo.
Questa opzione si sblocca attraverso l’Area Personale (quindi dovrete farlo o prima di partire oppure dopo sotto rete Wi-Fi) e la navigazione in roaming marittimo si interrompe automaticamente quando la nave si trova in prossimità di un porto o delle coste.

Attenzione però se attivate questa funzione ma non avete credito sulla SIM non si può usufruire del servizio, viceversa se avete del credito sulla SIM e in precedenza avete attivato il roaming marittimo e vi trovate oltre le 12 miglia dalla costa ma non avete necessità di utilizzare il traffico dati, ricordate di bloccare l’opzione dalla vostra Area Personale.

Anche qui i costi sono abbastanza alti e vi invitiamo a consultare i dettagli delle vostre offerte per valutare se davvero vale la pena utilizzare questo servizio.

Lascia un commento