Benedetto Levi intervista

AGCOM anche in questi giorni difficili non rinuncia al suo ormai tradizionale appuntamento con i dati sulle quote di mercato. Si tratta di dati aggiornati a fine 2019 e che quindi non tengono conto del mercato profondamente influenzato dall’emergenza Covid 19. Restando quindi fermi a quanto è ufficiale da ora, ecco che Iliad registra un ulteriore e inesorabile balzo in avanti. Oltre il 5% le sim in mano al quarto gestore mobile.

Dato ancora più importante se si considerano le sole sim “umane”. Tirando via quindi dal computo generale quelle inserite in macchine, sistemi d’allarme e altri apparecchi. Qui Iliad ha ormai il 6,6% del mercato italiano. Dato straordinariamente positivo e che, quasi sicuramente, sarà moltiplicato in questa prima parte del 2020 dove, a causa del lockdown, l’interesse verso le tariffe di Iliad è ancora più forte.

Se le notizie Iliad sono di tuo interesse e sei un fan del quarto gestore mobile, ancora una volta due consigli veloci: iscriviti al Canale Telegram 4Fan.it e scarica la nostra app gratuita UpGo.news. Andiamo avanti con le notizie di oggi. Perché se Iliad cresce ovviamente c’ è chi perde. Vediamo chi.

Banner Iliad

Mazzata per WindTre

Iliad è in questo momento leader assoluta nel mercato delle portabilità. Con circa il 23% delle portabilità in entrata. Chi perde di più è invece WindTre, l’operatore che ormai fin da metà 2018 dimostra di soffrire di più l’arrivo del nuovo concorrente. Per WindTre meno 0,7% (oggi è al 30,7% di quota di mercato).

Ciò detto WindTre resta l’operatore italiano con più sim attive (anche in questo caso, parliamo solo di sim umane).

Ed inoltre, va ricordato, si tratta di dati riferiti all’ultimo quarto del 2019, quando non erano state presentate le novità del brand unico e della rete top quality network. Non sappiamo se questo rilancio produrrà davvero effetti sull’emorragia WindTre. Sicuramente però le novità WindTre potranno sortire effetti tracciabili solamente sul prossimo report AGCOM.

E a proposito di WindTre, altra notizia di questi giorni. Il Gran Giurì della Pubblicità ha intimato a WindTre di non utilizzare più la definizione di “rete più grande d’Italia”. Secondo l’autorità lo slogan sarebbe ingannevole. Quella di WindTre non è ad oggi la rete più estesa?

Iliad tutta in lavoro da remoto. Levi torna in video su DDay.it

Ma ora torniamo a parlare del giovanissimo amministratore delegato di Iliad.

Benedetto Levi torna in video per un’intervista con l’ottimo DDay. Vi proponiamo l’intera intervista qui sotto. Fateci sapere cosa ne pensate, come sempre, nello spazio commenti in fondo alla pagina.

7 COMMENTS

  1. Sono pienamente d’accordo che le questioni vanno pienamente discusse e analizzate con pro e contro, bisogna saper aspettare per ottenere il massimo da esse, sono contento e soddisfatto che nel 2018 sono stato uno dei primi clienti Iliad e continuerò ad esserlo, mi ricordo che nei primi ho scritto che gli utenti capiscono e la serietà paga, tutto ciò sta avvenendo. Alla prossima.

  2. Tutto perfetto! Aspettiamo il 5G!

    ..solo una domanda, nelle ultime settimane e’ normale che la rete sia completamemte ridotta a un quinto del suo solito potenziale?

    Grazie!!

  3. Io ero possessore di sim iliad ma per motivi di recezione ho dovuto fare passaggio a tim dove ho la residenza non è possibile ricevere chiamate mi dispiace però è così la mia residenza e Olevano di Lomellina provincia Pavia nessun gestore all’ infuori di tim funziona e la verità quando Iliad sarà funzionale nella mia zona tornerò volentieri con voi

  4. Come ho già detto in un altro post, sono stato cliente Tre. Li ho lasciati da oltre un anno per Iliad passando anche per Ho Mobile. Con Iliad mai stato più soddisfatto (e tranquillo).

  5. 4 contratti windtre con aggiunta di supplemento per il 4G ma al contrario di tanti anni fa la rete è quasi sempre ferma o lentissima mentre Iliad e’ sempre in 4G+

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here