Iliad lancio broadband

Servono altri due tasselli per completare il puzzle delle risorse umane che consentiranno ad Iliad di lanciare le proprie offerte fibra. In questi ultimi giorni l’operatore ha pubblicato nuovi annunci lavorativi, alla ricerca di figure professionali altamente specializzate per gestire il servizio. Nell’headquarter di Milano presto inizieranno a lavorare un manager responsabile del processo di attivazione della fibra e un altro manager che lavorerà a stretto contatto con il customer care Iliad, per individuare le soluzioni tecniche ottimali per l’attivazione del servizio.

Come sappiamo, la fibra Iliad viaggerà con l’ultra-velocità garantita dalla rete Open Fiber, il gestore wholesale leader in Italia in termini di prestazioni e che in questi mesi è al centro della discussione sulla fusione con il network TIM. L’idea sarebbe costituire un grande gestore della rete, a servizio dell’Italia, magari controllato prevalentemente da Cassa Depositi e Prestiti e con partecipazioni minoritarie dei singoli gestori telefonici. Un progetto al quale Iliad si è dimostrata moderatamente favorevole, a patto che non vi sia un controllo totale del soggetto da parte di TIM.

Ma prima di andare avanti, come sempre vi consigliamo di seguirci anche su Telegram. Il nostro Canale Telegram è al momento il modo più comodo e pratico per leggere tutti i nostri aggiornamenti puntuali sul mondo di Iliad. Ad oggi il Canale 4Fan.it è vicino a superare gli 11.000 iscritti. Uno dei canali più seguiti del panorama Telegram italiano. Di recente abbiamo implementato la possibilità di commentare i post creando vere e proprie discussioni direttamente sul Canale. Per seguire 4Fan.it su Telegram cliccate questo link.

Banner Iliad Offerta 50 Giga

La partenza di Iliad fibra

Per il momento una data cerca per la partenza di Iliad fibra non c’è. Come abbiamo risposto anche nei commenti su Telegram però, la fonte più affidabile in questo momento sono le parole di Thomas Reynaud nel corso della presentazione della trimestrale a Parigi. In quella occasione il CEO di Iliad aveva parlato di un lancio già nei primi giorni del 2021. Quindi, presumibilmente gennaio, al ritorno dalle vacanze natalizie.

Ovviamente su questo debutto pesa anche la situazione di crisi data dal Covid-19, fenomeno che al momento del discorso di Reynaud, appariva probabilmente più sotto controllo. Oggi non sono escluse ipotesi di nuovi lockdown in Italia e ancora di più nella vicina Francia. Insomma le variabili in campo sono moltissime tanto più in questo periodo difficile per il mondo, quindi fissare una data precisa non solo non è utile ma forse nemmeno responsabile.

Ovviamente noi di 4Fan.it continueremo ad intercettare tutti gli indizi e tutti i rumors sul lancio, cercando di riportarvi tutto con puntualità.

Thomas Reynaud

A Venezia guerra alle antenne Iliad

Passiamo al mobile e a notizie meno entusiasmanti. Perché continua la guerra alle nuove antenne anche a causa degli eccessivi timori sulla tecnologia 5G. Ovviamente è una battaglia irrazionale che colpisce con particolare violenza Iliad, quarto gestore, ultimo arrivato che è nella posizione ovviamente di dover costruire la propria rete autonoma a velocità sostenuta.

A Venezia, a Marghera per l’esattezza, un comitato di quartiere avrebbe raccolto oltre 200 firme per far spegnere delle postazioni Iliad, secondo loro, pericolose per la salute pubblica. Si tratta ovviamente di siti che hanno già superato le lunghe procedure burocratiche per l’autorizzazione per la verifica dell’impatto.

In questi mesi difficili, l’Italia avrà sempre più bisogno di rete. Di fibra e di 5G. Speriamo davvero che si riesca ad arginare la superstizione della pseudo scienza e venga garantita la possibilità, a chi ha comprato le licenze, di sfruttarle costruendo reti. Per oggi è tutto.

Come sempre fateci sapere cosa ne pensate dei temi affrontati in questo post, nello spazio commenti qui sotto. Vi ricordiamo che per commentare su 4Fan.it non c’ è bisogno di alcuna registrazione.

Mancano pochissimi giorni per attivare ancora l’offerta Iliad 100 Giga. Se volete saperne di più consultate la nostra guida alle tariffe e alle offerte Iliad…

Nelle puntate precedenti di 4Fan.it abbiamo scritto di:

Virgilio Milano inizia la sua carriera da "esperto di telefonia" con UpGo.news nel 2018, occupandosi spesso di raccontare le principali novità su Iliad. Sperimenta strategie di scrittura e tecniche SEO anche con un proprio blog personale e oggi cura la linea editoriale di 4Fan.it in qualità di responsabile del coordinamento contenuti del sito. Potete contattare Virgilio Milano sulla sua pagina personale Facebook www.facebook.com/virgiliomilanoblogger

4 COMMENTS

  1. Purtroppo in Italia basta che un asino parli e ci sono subito centinaia di migliaia di asini che si accodano. Pseudo scienziati, pseudo ecologisti e tuttologi della domenica. Se fosse stato così cento anni fa, viaggeremmo ancora con il carro trainato dai cavalli. Che pena

  2. Chi non è di Venezia non parli. Aldilà dell’impatto ambientale (anche a me stanno sui m.. i pseudo ambientalisti (perché ci sono anche quelli che fanno cose buone) quindi non prendo tutti.
    La verità non è essere scienziati per sapere che le antenne sono effettivamente nocive. Ma considerando che Marghera non è meno nociva a tutt’oggi pur con tutti gli interventi fatti. Un paio di antenne ci possono stare ” giustamente le persone che non le vogliono hanno pienamente diritto di reclamare “. Io non le vorrei vicino a casa. Tanto meno se le mettono a Venezia lido e isole. A parte l’impatto ambientale ma anche salutare.
    Volete polenta e piccioni? … allora fatevi mettere un’antenna a casa vostra.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here