Maxime Lombardini parla di un’ entrata di Ho Mobile anche sul mercato della telefonia fissa. Il Gruppo Iliad ci sta pensando. Anche se al momento, la priorità resta il lancio dei servizi sul mobile.

Iliad Ho Mobile Telefonia fissa
Iliad sbarcherà anche in Italia anche nella telefonia fissa. Ma non subito. Forse un accordo con Enel Open Fiber. E intanto Maxime Lombardini torna sull’ importanza dell’ investimento italiano.

Iliad, o come sarà commercialmente nota, Ho Mobile, non sarà esclusivamente un operatore di telefonia mobile. Il gruppo guidato da Xavier Niel starebbe seriamente pensando di lanciare anche offerta internet basate sulla telefonai fissa. Probabilmente sfruttando le nuove tecnologie della fibra.

E sono infatti molti i colloqui degli ultimi mesi tra i vertici francesi e Enel Open Fiber (leggi qui). Secondo Maxime Lombardini, AD di Iliad, il mercato italiano sarebbe molto più indietro rispetto a quello francese. Solo il 60% delle famiglie hanno un accesso sul fisso, contro il 90% della Francia.

Inoltre, con Enel nel ruolo di venditore all’ ingrosso e con un processo importante di estensione della fibra, fortemente sostenuto dal Governo, potrebbero aprirsi interessanti opportunità di business.

Ovviamente, secondo Lombardini, il fisso potrebbe essere nel futuro, anche uno strumento per solidificare la clientela di Iliad anche nel mobile, con la realizzazione delle prime offerte cosiddette convergenti del nuovo player.

Allo stato attuale infatti, Ho sarà l’ unico operatore mobile a non avere un’ offerta corrispondente anche nella telefonia di casa.

Come riporta LaTribune.fr, Maxime Lombardini è poi tornato anche sul tema dello sbarco, previsto probabilmente a dicembre, del gestore Ho Mobile.

“Abbiamo in Italia un panorama molto interessante. In primo luogo, tre operatori si spartiscono ciascuno un terzo del mercato. Questo è bene quando sei un nuovo concorrente. Dall’ altra parte il mercato italiano è molto fluido, perché l’ 80% della clientela è in possesso di una carta prepagata. Sarà un’ avventura molto interessante”.

  • Lykanos82

    Il fatto che ci sia l’aspirazione a diventare un operatore convergente fisso-mobile va bene, ma un po’ presto… intanto io vedrei come va nel mobile e poi con il tempo valuterei la possibilità