Operatore conveniente e commercialmente aggressivo ma anche un gigante degli investimenti. Iliad con Ho Mobile porterà un’ ondata di denaro fresco, nuove tecnologie, nuove reti e innovazioni nel mercato delle telecomunicazioni italiane, oggi in forte ripresa dopo i difficili anni di crisi economica.

Nuovi investimenti con Iliad
Iliad porterà un’ ondata di nuovi investimenti nelle telecomunicazioni italiane. Intanto in Francia arrivano i dati sul rapporto fatturato/ investimenti. Iliad – Free spende più del doppio dei concorrenti.

In attesa di vedere il debutto del nuovo operatore, altro non possiamo fare che avventurarci in qualche parallelismo con il gestore fratello operativo Oltralpe. I dati che arrivano dalla Francia, dove l’ esperimento di compagnia low cost di Iliad, con il marchio Free Mobile Francia, è in corso da anni, con enorme successo. Secondo i dati riportati da Universfreebox.com, la compagnia è la prima in assoluto per investimenti in relazione al proprio fatturato.

Il grafico in basso riporta infatti le cifre investire dai quattro gestori mobili francesi in valore assoluto. Il primato però Iliad lo acquisisce in rapporto al proprio giro d’ affari.

Iliad rapporto tra investimenti e fatturato

Circa il 30% del fatturato Iliad – Free Mobile è rinvestito direttamente su rete e infrastrutture. Mentre i principali concorrenti della telco, Orange, SFR e Bouygues Telecom hanno investito su reti e sviluppo circa il 15%. Praticamente la metà.

In Italia, con tutta probabilità, avverrà lo stesso. Anche qui Iliad deve costruire da zero la propria rete ed ha il compito, non facile, di spezzare un oligopolio ormai rimasto a tre gestori, con Tim, Vodafone e Wind Tre che si spartiscono una quota di mercato molto simile.

Quel 10-15% a cui punta Iliad, sarà un vero terremoto per i conti dei gestori nostrani. E per ottenere l’ ambizioso obiettivo, Xavier Niel dovrà rimettere mano al portafogli applicando la stessa strategia applicata in Francia. Innovazione, convenienza e semplicità.

Anzi, qui, dove i prezzi di partenza sono tutto sommato più bassi, Iliad dovrà lavorare ancora più nel marketing e in una buona struttura di rete, così da convincere i consumatori a dare fiducia ad un’ avventura tutta nuova e ad un brand inedito (che presto conosceremo).

Quanto costa tirare su un gestore tutto nuovo

Mettere in piedi un nuovo gestore mobile, con l’ aspirazione di estendere le proprie offerte anche al fisso, è ovviamente un operazione molto costosa, dagli esiti incerti. Nei primi mesi d’ attività, Iliad ha già sborsato circa 60 milioni di euro. Ma nei prossimi due anni, tra acquisizione delle frequenze Wind Tre e installazione di nuove antenne, Iliad Italia spenderà per la sua Ho Mobile più di 900 milioni di euro.

Una bella boccata d’ ossigeno per il comparto telefonia ed in particolare per le casse di Wind Tre, che riceveranno soldi da Iliad in tre diverse tranche, in ottemperanza agli accordi presi davanti all’ UE.

Come sempre, per conoscere in anteprima tutte le notizie su Iliad Italia e sul lancio del nuovo quarto operatore di telefonia mobile, restate in contatto con noi anche via Facebook.

FONTE

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here