Tecnici Iliad ottimisti per l’ avvio del nuovo quarto gestore mobile. Continuano i progressi della copertura di Iliad nel nostro Paese. Sempre in attesa del debutto ufficiale della compagnia che, secondo Bloomberg dovrebbe avvenire attorno al prossimo aprile.

Iliad Mobile copertura
Iliad Mobile. La copertura del territorio italiano procede spedita. Si tratta di una start-up molto più rapida di quella della H3G (3 Italia) di 15 anni fa.

Possibile ancora qualche ritardo in casa Iliad ma non certo per colpa della copertura che invece procede spedita. Il servizio, come chi ci segue sa bene, sarà garantito da un lungo accordo di roaming con Wind Tre. Iliad potrà quindi utilizzare le infrastrutture della grande joint venture russo-cinese attraverso la tecnologia del ran sharing che consente, già oggi, di ricevere il segnale di rete Iliad (222-50) già praticamente in ogni angolo d’ Italia.

Ma Iliad avrà anche infrastrutture proprie, moderne, tecnologicamente avanzate e completamente indipendenti da Wind Tre.

In questi mesi i tecnici incaricati da Iliad sono a lavoro per l’ installazione di nuove antenne 3G – 4G che saranno particolarmente utili nelle aree densamente popolate dove, la rete Wind Tre potrebbe registrare problemi di sovraccarico.

Ad esempio nelle grandi città. Non a caso, come da noi raccontato in esclusiva, Iliad ha già installato diverse antenne autonome nelle città di Milano e Roma.

Altre installazioni hanno coinvolto nelle scorse settimane Torino. Quindi, di certo, Roma, Milano e Torino godranno di una rete Iliad altamente performante in grado di servire le sim del nuovo operatore mobile, senza bisogno del supporto Wind Tre.

Secondo tecnici esperti vicini alla squadra di lavoro di Iliad, si tratta di una start-up rapidissima. Il confronto naturale è quello con la partenza di 3 Italia, ormai quasi 15 anni fa. Nei primi mesi di vita, 3 Italia procedette ad una copertura del territorio molto meno rapida del nuovo quarto operatore.

Un’ espansione veloce, frutto del know how del team di Xavier Niel e della buona eredità, anche in termini di siti e infrastrutture che Iliad ha ottenuto da Wind Tre. Ma per renderci conto dell’ effettiva portata della copertura diretta di Iliad, bisognerà attendere le prime comunicazioni ufficiali dall’ azienda.