Home » Notizie su Offerte, Tariffe e Copertura di ILIAD » Iliad nel Regno Unito in roaming. Cosa cambia con la Brexit

Iliad nel Regno Unito in roaming. Cosa cambia con la Brexit

Iliad roaming UK e Brexit

Il 2021 si è aperto con la storica e nemmeno troppo felice novità della Brexit, ovvero l’uscita dell’Inghilterra dall’Unione Europea. Aldilà dei fattori storici e politici di questo evento, ovviamente esiste anche un diretto impatto di questo nuovo assetto nel settore delle telecomunicazioni. Ne abbiamo scritto nei giorni scorsi sul sito UpGo indicando quali potrebbero essere da qui ai prossimi mesi le politiche dei diversi gestori telefonici nei confronti del roaming nel Regno Unito. Prima di tutto però vi ricordiamo che potete seguirci sul nostro Canale Telegram 4Fan.it. E per gli appassionati di Telegram da oggi c’è anche il nuovo Canale UpGogram, il canale Telegram che parla solamente di Telegram. Ma ora andiamo avanti…

Banner UpGogram

In questo post di 4Fan.it andremo a vedere più nel dettaglio la situazione specifica di iliad in roaming in Inghilterra. Oggi a seguito dell’uscita del Regno Unito dall’UE è non è più assolutamente obbligatorio per le compagnie applicare i costi controllati, genericamente indicati dalla dicitura “Roam Like Home”.

Quindi Tim Vodafone WinTre e Iliad non sono – almeno in linea teorica – più obbligati a garantire chiamate sms e giga quando un consumatore si trova in Inghilterra.

Banner Iliad Offerta 50 Giga
Banner Iliad Giga 70 Attivazione online

Da oggi i prezzi per il UK sono quindi più alti?

No perché per il momento le compagnie telefoniche hanno comunque optato per la strada della continuità lasciando sì che l’Inghilterra  continui ad essere trattata come un Paese parte dell’Unione.

Per Iliad tutto uguale per il 2021 anche con la Brexit

Grazie alla segnalazione di un nostro storico e attivissimo utente Simone Beru abbiamo oggi appreso che Iliad ha modificato i dettagli dei listini prezzi in PDF, inserendo una dicitura che riguarda specificatamente il Regno Unito post-Brexit.

Per iliad quindi le chiamate verso numeri di telefonia fissa resteranno gratuite anche verso l’Inghilterra. Chiamare inviare messaggi stando  nel paese della regina resterà gratuito. Così come si potrà godere degli stressi giga garantiti all’interno dei Paesi UE.

Quindi per quanto riguarda la navigazione ci si trova in UK con una sim iliad per il momento nulla cambia. Anche se, a differenza degli altri soggetti europei, nel caso del Regno Unito Iliad indica una data: il 31 dicembre 2021. Questo potrebbe significare che dal prossimo anno, qualcosa potrebbe cambiare.

Una situazione che potrebbe costare sicuramente più agli inglesi che agli europei. Ma del resto, ogni popolo è responsabile delle proprie scelte. Voi cosa ne pensate? Come sempre lo spazio commenti qui sotto e sul Canale Telegram è aperto alle vostre considerazioni.

Nelle puntate precedenti di 4Fan.it:

5 commenti su “Iliad nel Regno Unito in roaming. Cosa cambia con la Brexit”

  1. Brava Iliad. Non ha approfittato del momento per fare soldi ai danni di consumatori incolpevoli!
    Spero è credo che sarà così per sempre

    Rispondi
  2. Non ho mai avuto dubbi in merito alla serietà e correttezza di ILIAD, di cui sono abbonato da circa tre anni.Grazie per il servizio e la gentilezza che usate verso i vostri clienti.Colgo l occasione per augurare alla Societa gli Auguri del nuovo Anno.

    Rispondi

Lascia un commento