Da quando sul mercato è ufficiale l’ arrivo del nuovo quarto gestore Iliad Italia sono tutti corsi ai ripari. La ricetta anti-Iliad di TIM si chiama Kena Mobile. E’ la prima compagnia telefonica virtuale a debuttare, con l’ evidente obiettivo di catturare quella parte di consumatori fortemente attratti da offerte low cost. Anzi, meglio dire no frills.

Kena Mobile di TIM
Kena Mobile di TIM. L’ operatore virtuale con tariffe a basso costo nato per sfidare direttamente Iliad.

E’ evidente che se non ci fosse sul mercato il pericolo Xavier Niel, Kena Mobile probabilmente non avrebbe mai visto la luce.

E’ curioso come nei primi mesi dopo l’ annuncio  dell’ arrivo di Iliad in Italia, tutti, ma proprio tutti, i vertici delle compagnie telefoniche italiane si siano sbracciati a dichiararsi assolutamente sereni e tranquilli per l’ approdo di un nuovo agguerrito competitor.

Parole di serenità elargite con generosità alla stampa. Salvo poi, ai piani alti, ragionare con il marketing soluzioni per frenare la possibile emorragia di clienti. C’ è poco da fare, la guerra dei prezzi fa bene ai consumatori ma spaventa gli incumbent (quelli che da anni operano sul mobile). Se i prezzi sul mercato italiano si sono stabilizzati, l’ arrivo di un nuovo concorrente, potrebbe distruggere l’ assetto attuale.

Ed ecco che TIM ha partorito quest’ anno la compagnia telefonica Kena Mobile.

Ma cos’ è Kena Mobile?

Kena Mobile è una compagnia telefonica mobile a tutti gli effetti. E’ indipendente da TIM, da un punto di vista commerciale e in parte anche da un punto di vista tecnologico. Sfrutta la piattaforma ex Noverca (e infatti la società controllata da Telecom Italia con la quale è gestita Kena Mobile, è appunto Noverca srl).

Gli appassionati di telefonia ricorderanno la sfortunata Noverca, primo operatore italiano full MVNO di proprietà di Acotel. Poi Acotel ha ceduto tutto a Telecom, visti gli scarsi risultati commerciali e quelli di Telecom hanno lanciato, in pochi mesi, Kena Mobile.

E’ di fatto un operatore virtuale di tipo full. Ha proprie sim anche se queste vanno ad appoggiarsi totalmente alla rete TIM. Kena Mobile, ovvero Noverca Srl, ha propri Apn internet che vengono sfruttati anche da altri virtuali verso i quali Noverca svolge il lavoro di enabler tecnologico (tra questi citiamo Ringo Mobile e NoiTel Mobile).

Kena Mobile è quindi una sorella di TIM ma si rivolge ad un target diverso, con tariffe low cost e servizi senza fronzoli. Non offre, al momento, ad esempio, il 4G. Quindi la velocità di Kena è limitata al solo utilizzo del 2G e del 3G di TIM.

A fronte di qualche piccola rinuncia Kena Mobile è in grado comunque di offrire tariffe vantaggiose e prezzi competitivi. Ovviamente, noi di 4fan.it, puntualmente con i nostri post, non mancheremo di segnalare le tariffe più interessanti di questo gestore.

Kena Mobile è comunque il primo esempio, è questo il dato più interessante, di gestore mvno italiano interamente di proprietà di una compagnia dotata di propria infrastruttura di rete.

Mentre fino ad ora gli MVNO risultavano indipendenti dai grandi gestori, con Kena assistiamo ad un cambio di rotta. Con compagnie virtuali che rappresentano comunque gli interessi commerciali dei big. Un fenomeno, assolutamente simile a quanto visto in Francia con l’ arrivo di Free Mobile, quando il mercato è stato invaso da una miriade di offerte atte a frenare l’ ascesa del nuovo operatore.

In Francia non è andata benissimo. L’ ascesa non è stata affatto frenata e tanti consumatori si sono spostati dai grandi marchi verso i brand low cost degli stessi gestori. Un piccolo boomerang, visto che da una parte si sono dovute affrontare le perdite per i clienti passati a Free e dall’ altra altre perdite relative a quei clienti passati a piani a basso costo, pur all’ interno della medesima società.

Insomma, il progetto di virtuali low cost per combattere Iliad in Francia non si è rivelato molto fortunato per le compagnie ma ha portato nuovi vantaggi ai consumatori. Possibile che possa avvenire lo stesso qui da noi.