Le previsioni di Bitcoin sono sconvolgenti: ecco quali sono

Il Bitcoin è la prima criptovaluta mai stata creata. Nello specifico si tratta di un sistema di pagamento virtuale programmato per la prima volta nel 2009 da Satoshi Nakamoto; quello che conosciamo, però, è solo lo pseudonimo dell’inventore e non siamo a consocenza del fatto se si tratti di una o più persone. Quello che sappiamo, è che si tratta di una valuta che funziona attraverso il mondo del web; soldi che, a tutti gli effetti, non esistono fisicamente. Un dato importante da sapere, inoltre, è che il sistema delle criptrovalute è così rinomato e attorniato che ad oggi, occupa una grande fetta dell’economia mondiale.

La fiducia che c’è nel funzionamento di questo sistema, che porta migliaia di investitori e trader a credere e puntare su prodotti del genere, scaturisce dal sistema decentralizzato che sta alla base di ogni piccola transazione. La Blockchain. Un sistema, dove, in parole povere, vengono registrati tutti gli elementi identificatvi di un’operazione; l’evoluzione di un archivio di dati; insomma. Quello che lo rende insormontabile è il fatto che una volta finiti lì dentro, i dati non sono più passibili di mutazione e restano tali per sempre. Non è possibile, pertanto, che avvengano operazioni sospette e malfunzionamenti indotti da terzi.

L’ascesa del Bitcoin

Il valore del Bitcoin, nel momento in cui scrivo, equivale a 15.886€ per ogni singolo elemento; ma non è stato sempre così: poco più di un anno fa, infatti, il 12 Novembre del 2021, questa valuta ha battuto il suo record assoluto arrivando a valere ben 56 mila Euro per ogni singolo token. Le previsioni per le prossime settimane, nonostante ciò, non sono affatto le migliori; Su diversi siti che effettuano stime sull’andamento, il valore del Bitcoin sembra portato a scendere sotto i 14 mila Euro già dalla prossima settimana; per poi accasciarsi per un lungo intervallo di tempo intorno agli 11 mila. Insomma, non proprio un bel periodo per coloro che hanno puntato tutto su questa cripto.