Home » Notizie su Offerte, Tariffe e Copertura di ILIAD » Passare a Iliad da Ho Mobile

Passare a Iliad da Ho Mobile

Passare da Ho a Iliad. Come fare il passaggio verso Iliad provenendo da Ho Mobile.

Passa a Iliad! Se avete come operatore Ho.Mobile sicuramente ve lo siete sentito dire! Ci lanciamo spesso in confronti del genere: ma oggi vogliamo mettere sotto la lente di ingrandimento due operatori in forte rivalità, rispettivamente Iliad e Ho.Mobile, per rivelarvi gli aspetti positivi e negativi di entrambi. Li consideriamo un vero e proprio “derby” perché molto probabilmente se Iliad non fosse arrivato nel mercato italiano, Vodafone non avrebbe creato Ho.Mobile, da molti considerato un vero e proprio clone pensato ad hoc per contrastare l’operatore d’oltralpe. Quindi leggete fino alla fine per sapere quale dei due operatori è il migliore.

Banner di Iliad Fibra

Banner Iliad Giga 120

Vi ricordiamo che nello spazio commenti potete dire la vostra, porci delle domande e aggiungere elementi per continuare a migliorare nel tempo i nostri contenuti. Potete anche partecipare alla discussione ora attiva sul Canale Telegram UpGo 4Fan cliccando qui.

Il primo aspetto che vogliamo prendere in considerazione, e non finiremo mai di sottolinearlo, è che, come scritto qualche riga sopra, Ho.Mobile è in tutto e per tutto un brand di proprietà di Vodafone. Stiamo parlando infatti di un operatore virtuale (tecnicamente un MVNO) di tipo ESP, ossia un gestore di telefonia che non possiede proprie infrastrutture, ma si appoggia in tutto e per tutto alla rete del gestore principale (in questo caso Vodafone). Le sim, tecnicamente sono di proprietà di Vodafone e brandizzate con il logo Ho. Parlando di Iliad invece siamo di fronte ad un gestore vero e proprio (il quarto in Italia), con infrastrutture, antenne, tecnologie e management di proprietà.

Banner di Iliad Fibra

Banner Iliad Giga 120

Il fatto che Ho.Mobile sia di proprietà di Vodafone può essere considerato sia il suo punto di forza sia di debolezza, andiamo a spiegarvi il perché: dietro ad Ho.Mobile c’è la garanzia di Vodafone un operatore storico e affidabile con un ottimo segnale in ogni parte d’Italia e una buona velocità della rete internet senza particolari problemi. In Ho.Mobile tuttavia l’utilizzo di internet è limitato (anche in 4G+) ad una velocita di 30Mbps. Se si confrontano quindi una sim Vodafone e una Ho.Mobile si notano decisamente prestazioni migliori con la prima, questo per giustificare ovviamente la differenza di prezzo delle varie tariffe.

Coperture a confronto

Leggi: come passare a Iliad

Abbiamo capito come le sim Ho si appoggino totalmente alla rete Vodafone, mentre le sim Iliad “obbligano” lo smartphone a collegarsi alla propria rete (così come fanno gestori come TIM e WindTre). In Italia la rete è codificata con la sequenza 222-50 e gran parte della copertura di Iliad è attualmente garantita grazie alla tecnologia ran sharing; in poche parole WindTre è stata costretta dalle autorità europee competenti a “prestare” dove necessario le proprie antenne ad Iliad, riprogrammandole per emettere anche il codice di rete 222-50. Semplificando il tutto dove si trova un’antenna WindTre è come se ci fosse anche quella di Iliad, con il vantaggio però che la rete rimane comunque indipendente così come i server e i punti di accesso ad internet.

Con questo accordo tra Wind Tre spa e Iliad Italia spa la copertura Iliad in Italia è particolarmente estesa, purtroppo la velocità dei collegamenti internet, sulla base delle segnalazioni degli utenti, a volte pecca un pochino, soprattutto in zone rurali. Attualmente dai dati ufficiali del sito Iliad, la copertura in 4G è al 99% della popolazione e stanno lavorando per incrementare il network 5G su tutto il territorio nazionale.

Come scritto qualche riga sopra con Ho.Mobile stiamo parlando di un MVNO, un operatore telefonico virtuale che non deve costruire la propria copertura e non deve installare antenne. Quindi è chiaro come le sim Ho.Mobile avranno copertura in tutte quelle zone dove c’è copertura Vodafone con qualche limitazione in termini di velocità. Infatti il “b-brand” di Vodafone utilizza una velocità internet denominata 4G basic, ossia un 4G a velocità ridotta. Come riportato in precedenza il massimo imposto da Ho è 30Mbps e ovviamente non può navigare in 5G (cosa possibile con Iliad). Possiamo comunque dire che, tralasciando il fattore velocità (che è a favore di Iliad), Ho.Mobile come copertura sia leggermente migliore potendo contare sulla potenza delle infrastrutture di Vodafone.

Tariffe e trasparenza

Passiamo all’aspetto prezzi e tariffe. Ho.Mobile è stato lanciato proprio per contrastare le tariffe di Iliad che portarono una vera e propria rivoluzione nel mercato italiano della telefonia mobile. Le tariffe di Ho.Mobile sono molto convenienti, ma in genere più care di quelle di Iliad (circa un euro in più), quelle veramente a prezzi stuzzicanti sono quelle rivolte ai clienti Iliad, create ad hoc per invogliare ad uscire i clienti del principale concorrente. Questo perché Ho.Mobile fa dell’operator attack la base del proprio marketing (come fa anche Vodafone). L’operator attack non è altro che creare apposite offerte per chi proviene da uno specifico gestore e questo non rende di facile giudizio i prezzi di Ho.Mobile visto che variano a seconda dell’operatore di provenienza. Tutta un’altra storia dal lato di Iliad. Le tariffe dell’operatore rosso sono garantite per tutti, sia in portabilità che per nuovi numeri. Trasparenza uguale semplicità, uguale convenienza. La trasparenza è il vero punto di forza delle tariffe Iliad e di tutta la sua comunicazione; contratti, condizioni generali e tutto il resto sono estremamente semplici, una vera e propria innovazione rispetto ai concorrenti nel panorama della telefonia italiana.

Assistenza clienti

Tariffe “low cost” non stanno a significare scarsa assistenza clienti, anzi. In questa sezione andiamo ad analizzare i due brand sotto questo aspetto.

Ho.Mobile ha un’ottima app mobile, veloce ed intuitiva mentre Iliad ha un ottimo sito web, perfettamente ottimizzato per la navigazione da mobile tanto che collegandosi dallo smartphone svolge senza problemi il compito di una normale app di un qualsiasi altro gestore telefonico. Per quanto riguarda il supporto digitale possiamo dire senza problemi che sia Iliad che Ho sono alla pari. Differenze si riscontrano quando si ha la necessità di parlare con un operatore in carne ed ossa. Anticipiamo che su questo fronte la spunta Iliad, attualmente l’unica compagnia con operatori che rispondono esclusivamente dall’Italia.

Abbiamo chiamato più volte il 177 e i tempi di risposta sono stati sempre soddisfacenti. Qualche difficoltà in più per parlare con un operatore di Ho.Mobile, chiamando il 19.21.21 a volte si aspetta più del dovuto e alla fine neanche si riesce a prendere la linea. Forse perché Ho.Mobile vuole spingere la sua pagina di assistenza virtuale chiamata simpaticamente ho.fficina, un specie di community virtuale dove gli utenti possono aiutarsi a vicenda e più si fornisce assistenza più si diventa autorevoli nella community. Sicuramente un’idea innovativa ma non sempre apprezzata, soprattutto da chi ancora preferisce una classica telefonata all’assistenza per risolvere un problema. Apprezziamo la possibilità che Ho.Mobile offre di contattare l’assistenza anche attraverso un numero verde gratuito accessibile a tutti. Attualmente Iliad non offre questa possibilità.

Conclusioni

Risulta sempre difficile tirare le somme su un confronto diretto. Possiamo però sicuramente affermare che Iliad (e a seguire Ho.Mobile e gli altri operatori low cost) hanno dato una bella scossa al mercato italiano. Tuttavia consideriamo il gestore originale, ossia Iliad, quello che ha dato il via alla rivoluzione e quindi forse il più convincente. La chiarezza con cui comunica, la trasparenza, nessun costo nascosto e nessuna limitazione sono elementi che a noi piacciono di più, un nuovo modello di business che mancava in Italia.

La parola a voi. Raccontateci le vostre esperienze. Diteci la vostra utilizzando il box dei commenti.

4 commenti su “Passare a Iliad da Ho Mobile”

  1. Peccato che tutti dimentichino di dire che ho mobile Utilizzi una tecnologia che non permette ai telefonini usciti prima dell’anno scorso, di navigare su internet mentre si é al telefono. ( immaginate di telefonare con vivavoce mentre usate il telefono come navigatore? Beh dovreste chiudere la chiamata per riavere internet). Iliad aggiunge alcune funzioni che altri operatori fanno pagare e non vuole i vostri dati ( infatti non ha un app ma un sito a cui collegarsi per le info).

    Rispondi
  2. Ho lasciato ILIAD solo perché per ricaricare non ti permette di utilizzare Paypal id un semplice bancomat ma solo carte di credito, secondo me dovrebbe estendere di più le possibilità a diversi sistemi di pagamento. Non mi piace l’App perché ogni volta che devo accedere devo ricordarmi il codice utente e password in quanto non vengono memorizzate. Però è un ottimo operatore.

    Rispondi

Lascia un commento