spusu austria gestore telefonico

spusu pronta al via. Questione di poche ore il lancio del nuovo gestore mobile. Si partirà il 15 giugno. Si chiama spusu e il suo slogan è la “telefonia mobile dal cuore grande”. Saprà spusu tallonare il successo di Iliad? Presto per dirlo. Intanto ecco le prime informazioni sull’arrivo dal 15 giugno 2020 di questo nuovo competitor. E intanto, online, arriva la community lanciata da UpGo.news: la spusu Italia Community per discutere, su Facebook, le novità del nuovo gestore telefonico.

spusu italia community

Vuoi seguire le novità di spusu? Iscriviti al gruppo Facebook spusu Italia community cliccando qui.

Poche tariffe, economiche, chiare e semplici. Ovviamente spusu guarda con interesse ad Iliad e cercherà in tutti i modi di acquisirne parte della formula di successo. Del resto spusu non è proprio una novità. Da un po’ gioca la parte della Iliad austriaca. La società è infatti presente nel piccolo Stato a noi confinante, dove in un mercato super affollato di virtuali, si è ritagliata una posizione di tutto rispetto. In Austria spusu funziona sulla rete 3 austriaca. E convinta dalla bontà della partnership con il Gruppo 3, spusu usa anche in Italia la rete W3 (che supporta anche in ran sharing i clienti Iliad).

Banner Iliad

Spusu cercherà però di convincere i nostri consumatori partendo dall’esperienza utente. La customer care sarà vicina al cliente, promettono i vertici. Con un call center totalmente interno e “umano”.

Come detto spusu è un MVNO, ovvero un gestore virtuale. Ma il risparmio sarà possibile grazie ad un lavoro enorme di tecnologie sviluppate in house. E’ l’orgoglio dei capi austriaci della piccola compagnia che usano tutto software costruito internamente, per tagliare su enabler e fornitori esterni. Insomma, l’avventura italiana partirà dalla base di quanto già fatto in Austria dove, come detto, il gestore ha avuto un successo straordinario.

La Iliad in salsa austriaca

In Austria il gestore ha fatto fortuna ma non c’era il grande nemico che troverà qui: Iliad. Oltre le Alpi il piccolo operatore ha anzi puntato un po’ sugli stessi fattori chiave del successo di Iliad. Semplicità, convenienza, trasparenza totale.

Quindi la cosa più interessante, da qui a pochi giorni, sarà capire come spusu proverà a ritagliarsi il proprio spazio, nonostante un operatore cheap e semplice sia già presente e sia fortemente amato dai consumatori italiani. Insomma, bisognerà capire come spusu proverà a distinguersi da Iliad, cercando di sedurre almeno una parte della base clienti (che ormai sono circa 6 milioni in Italia).

Un fattore interessante, almeno a parere nostro, potrebbe essere i giga ereditati di mese in mese, cosa che spusu fa in Austria. In pratica, i giga non consumati non si perdono e si sommano a quelli del mese successivo. Questa potrebbe essere una bella killer application del nuovo gestore telefonico.

Intanto è possibile restare informati sul lancio di spusu e continuare a parlare delle possibilità novità di questo operatore sul Gruppo Facebook dedicato. Se spusu vi interessa, fate un salto su www.facebook.com/groups/spusuitalia

Per restare sempre aggiornati con le news di 4Fan.it e i nostri approfondimenti, seguiteci sul Canale Telegram che oggi conta quasi 10mila iscritti.

E voi, che tipo di offerta vi aspettate da spusu? Ce la farà il piccolo gestore a trovare il proprio spazio nel nostro affollato mercato?

Aggiornamento 9 giugno 2020, ore 00.30. C’ è hype per l’arrivo di spusu in Italia. A poche ore dal lancio, il Gruppo Facebook dedicato a spusu (www.facebook.com/groups/spusuitalia) ha già superato le 130 iscrizioni. Entro la settimana, a quanto ci risulta, la compagnia potrebbe organizzare un evento live per addetti ai lavoratori, allo scopo di presentare ufficialmente la compagnia. Ovviamente l’attenzione massima è verso i piani tariffari che, vista la forte concorrenza di Iliad e dei brand low cost come Kena, Ho e Very, dovranno essere per forza di cose molto molto generosi.

Virgilio Milano inizia la sua carriera da "esperto di telefonia" con UpGo.news nel 2018, occupandosi spesso di raccontare le principali novità su Iliad. Sperimenta strategie di scrittura e tecniche SEO anche con un proprio blog personale e oggi cura la linea editoriale di 4Fan.it in qualità di responsabile del coordinamento contenuti del sito. Potete contattare Virgilio Milano sulla sua pagina personale Facebook www.facebook.com/virgiliomilanoblogger

6 COMMENTS

    • è vero. Ma si tratta di un mercato con un equilibrio tariffario molto diverso. Andrebbe valutato in proporzione ai concorrenti.

  1. Come ho già ribadito il mio pensiero un’altra volta, Spusu potrebbe(non competere con Iliad), ma affiancarsi, visto che i B-brand kena ho, Very, sapendo da dove arrivano non riscuoteranno mai grande successo nella clientela, quindi per questo è il mercato suo e anche di Postemobile che con i suoi piccoli passi avanza. N. B. I cosiddetti grandi brandi per competere se lo vorranno veramente con Iliad dovranno snellire i propri gruppi e quindi sacrifici in termini di guadagni e personale, Iliad facendo quello che dice ha ottenuto fiducia e questo da qui ai prossimi anni è il miglior biglietto da visita. Ciao a tutti.

Lascia una risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here