Dopo aver parlato di Salt, l’ operatore svizzero di Xavier Niel, andiamo a vedere insieme la storia della sua creatura più famosa: Free Mobile. Quarto gestore mobile francese, ormai leggenda.

Storia di Free Mobile Francia
Il mito Free Mobile. Ecco la storia dell’ operatore mobile francese che ha rivoluzionato il mercato.

La scalata di Free Mobile in Francia. Free Mobile è una Spa con sede a Parigi, fondata il 24 luglio del 2007 dall’imprenditore Xavier Niel. Free Mobile è una costola del gruppo Iliad, azienda attiva nel campo delle telecomunicazioni fin dal 1990. Ad oggi, i servizi di Free Mobile vengono offerti attraverso la copertura diretta e dove non disponibile, grazie ad un accordo di roaming nazionale con Orange.

Buona parte del successo ottenuto negli ultimi anni è dovuto alla qualità dei servizi offerti, fotografata anche da una recente classifica sulla soddisfazione dei clienti, che vedeva la compagnia addirittura in prima posizione. Nel 2012 un’altra graduatoria inquadrava la qualità delle relazioni instaurate con l’utenza ed il supporto offerto ai clienti affiliati e vedeva ancora al primo posto Free Mobile.

Insomma, la soddisfazione della clientela ha decretato il successo di quest’azienda oggi leader nel comparto delle telecomunicazioni in Francia, ma pronta a conquistare nuove fette di mercato anche nel nostro Paese.

La storia del gestore Free Mobile

Free Mobile si è affacciata per la prima volta al mercato delle telecomunicazioni francese nel 2007, anno della sua fondazione da parte del gruppo Iliad. La prima tappa importante della storia di Free Mobile è datata al 17 dicembre del 2009, quando la candidatura avanzata dall’azienda per l’ottenimento della licenza 3G è stata definitivamente accettata dalle autorità francesi.

A partire dal 10 gennaio del 2011 Free Mobile ha preso a commercializzare servizi per la telefonia mobile che sfruttano la tecnologia UMTS. Proprio in quei giorni l’operatore ha annunciato di aver raggiunto una copertura della popolazione nazionale pari al 30% del totale. L’Agenzia delle frequenze (ANFR), durante la sua relazione mensile relativa all’agosto del 2016, ha annunciato il primato raggiunto da Free Mobile, operatore di telefonia mobile che ha fatto registrare il numero più alto di realizzazioni di siti nell’anno in corso per la banda a 700 Mhz LTE (34 in totale).

Alla fine dell’agosto 2016, in occasione della presentazione relativa ai dati registrati durante il primo semestre dell’anno in corso, Free Mobile fa sapere di aver superato la soglia dei 12 milioni di clienti e di aver ottenuto una fetta di mercato pari al 17.4%.

Insieme ai dati succitati, vengono offerti anche quelli relativi alla copertura 4G e 3G in Francia, pari rispettivamente al 69% e all’85% del totale della popolazione. Proprio in quell’occasione, Xavier Niel, fondatore di Free Mobile e presidente del colosso Iliad, dichiara l’obiettivo numero uno per il prossimo futuro, ovvero il raggiungimento di una fetta di mercato pari al 15% in Italia, Paese che a breve dovrebbe assistere al debutto ufficiale di Free Mobile.

Nel frattempo, la commissione europea, in data 1 settembre 2016 ha approvato in via ufficiale la fusione fra 3 Italia e Wind, confermando che tale accordo è legato proprio alla cessione di asset che consentano al nuovo operatore di fare il suo ingresso all’interno del mercato italiano relativo alle comunicazioni mobili.

Il primo ottobre del 2016 i dati ANFR suggeriscono il raggiungimento da parte di Free Mobile di 205 installazioni sulla banda a 700 MHz (su un totale di 329 autorizzate dall’agenzia francese delle frequenze).

Le installazioni eseguite da Free Mobile riguardano buona parte del territorio nazionale e si contrappongono all’unica installazione del principale rivale sul mercato low cost: Bouygues Télécom. I dati ANFR diffusi il primo ottobre del 2016 suggerivano anche il successo di Free Mobile in quanto a creazione di siti LTE/4G (oltre 6.900), numero che confermava un netto recupero nei confronti delle aziende più note del mercato.

Free Mobile si classifica al quarto posto in questa speciale graduatoria e segue Orange con 9.932 siti, Bouygues Télécom con 9.464 e SFR-Numericable con 8.056. Nel novembre del 2016 Thomas Reynaud, CFO del gruppo Iliad, che controlla sia Free Mobile che Free, conferma la volontà dell’azienda di inaugurare i lavori tesi a migliorare ed espandere la propria rete.

Inoltre, nello stesso appuntamento i vertici aziendali hanno annunciato anche l’ottenimento dell’accesso alle torri di trasmissione che la joint venture fra 3 Italia e Wind ha lasciato a Free Mobile in merito a quanto previsto dalla Commissione Europea. In data 7 marzo 2017, i vertici aziendali hanno presentato i dati relativi all’anno precedente comunicando il raggiungimento di una fetta di mercato pari al 18% in Francia, corrispondente ad un numero di clienti che supera i 12.6 milioni.

I referenti anche in quest’occasione sono intervenuti sul prossimo lancio delle offerte aziendali in Italia, affermando che per realizzare il pareggio di bilancio basterà ottenere una quota di mercato vicina al 10%. A fine marzo 2017, Iliad e Free Mobile comunicano la possibilità di usufruire in Francia di dati internet illimitati mediante rete 4G ai clienti che dispongono del “forfait illimitato” e di un abbonamento “Freebox”.

Gli abbonati che rispettano la prima condizione ma che non hanno sottoscritto alcun abbonamento Freebox vedranno, invece, il loro traffico dati limitato a 100 Giga al mese. È la prima volta che un operatore decide di offrire internet senza limiti tramite rete 4G ad un costo per giunta davvero molto basso.

Questa novità non ha alcun precedente in nessun Paese del mondo. L’altra grande novità annunciata dai vertici di Free Mobile è quella relativa all’opportunità di usufruire del roaming internazionale per tutta la durata dell’anno e non più per i canonici 35 giorni. E questo sempre in virtù del “forfait illimitato” stabilito dall’operatore.