Che Iliad fosse fortemente interessata anche al mercato dei contenuti, nell’ ottica di una ormai scontata fase di integrazione tra tv e telecomunicazioni, ve lo avevamo già raccontato. In Italia, stando ai rumors, Iliad starebbe guardando con interesse al produttore Cattelyea. Poche ore fa l’ agenzia Adnkronos ha battuto però la conferma di un’ importante operazione avvenuta in Francia: Xavier Niel ha acquisito il 20% del capitale di CanalPlay, la versione on line della popolare piattaforma Canal+.

CanalPlay Iliad
Xavier Niel sale a quota 20% in CanalPlay. La nuova scalata permette a Iliad di entrare in maniera importante anche nel mercato dei contenuti.

Un intreccio niente male che si svolge in terra francese ma che riguarda direttamente anche noi italiani. Canal+ è infatti il brand della tv a pagamento della Vivendi di Bollorè che in Italia, è in lotta con Fininvest per un ipotetico controllo di Mediaset ed è azionista di riferimento in Telecom Italia.

Una serie di collegamenti non proprio semplici da capire subito ma che in sostanza consegnano per la prima volta a Niel, una presenza importante nel comparto media.

Xavier Niel ci aveva infatti già provato proprio con il servizio on demand FREE HOME VIDEO, poi ceduto alla stessa CanalPlus. La cessione del servizio ha consentito l’ entrata dell’ imprenditore nella società e l’ accettazione di un diritto d’ acquisto che in queste ore Niel ha esercitato, salendo a quota 20%.

Un ritorno quindi importante nel settore a distanza di cinque anni. Proprio ora che il settore è destinato ad esplodere, visto l’ enorme successo globale registrato da Netflix e l’ approdo di altri importanti sfidanti come Amazon, Apple, Disney, Fox e la stessa Vivendi.

Insomma, manca ancora un soggetto importante di livello europeo e Niel vuole partecipare alla grande festa. Ovviamente, la rete Free Mobile in Francia così come il futuro quarto gestore mobile italiano, resteranno neutrali rispetto al fornitore di contenuti scelto dagli utenti.

Però i rapporti con Netflix non sono buonissimi e in Francia si andrà a finire per tribunali. Ve lo abbiamo raccontato qui. Quindi CanalPlay potrebbe diventare presto il servizio preferito per gli users di Iliad, sia in Francia che in Italia. Anche se in Italia il servizio potrebbe fondersi in un futuro prossimo, proprio con la nostrana TimVision, vista la presenza di Vivendi in entrambe le realtà. Eppure qui Tim e Iliad giocheranno da competitor.

Quindi se CanalPlay dovesse mai esordire in Italia, con un nome o con un altro, sarebbe la tv online di riferimento di TIM o del quarto operatore di Iliad? Oppure di tutti e due? Insomma, un quadro divertente quanto complicato. E pieno di possibili sviluppi.

Di certo è che l’ arrivo di Iliad, oltre che più vicino, diventa sempre più eccitante. Non perdetevi nessuna puntata, nessuna indiscrezione e nessuna anteprima continuando a seguire www.4fan.it, il news blog dedicato all’ arrivo di Iliad in Italia!